Sardegna, Unicredit sospende rate mutui e Federconsumatori assiste i cittadini

Continua l’allarme per l’alluvione che ha messo in ginocchio la Sardegna: un’intera isola devastata che in queste ore piange i morti, conta i danni e cerca, a fatica, di rialzarsi dinanzi a un evento senza precedenti. Federconsumatori mette a disposizione le sue strutture per l’assistenza. Unicredit ha previsto la sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui in favore dei propri clienti (aziende e privati) residenti nei territori coinvolti. “Non ci sono dubbi – scrive Federconsumatori in una nota – dietro catastrofi di questo tipo c’è la mano dell’uomo e quindi amministrazioni, di ogni livello, cieche e sorde ai principi di tutela ambientale. La storia si ripete oggi a Olbia, Torpè, Uras, Terralba come non molto tempo fa a Capoterra e Villagrande. Un uso senza ritegno del territorio ha finito per privare la Sardegna di paesaggi unici, per far sorgere edifici in barba al rispetto della natura”.

“È inaccettabile assistere all’inesorabile conta dei defunti – continua l’Associazione dei consumatori – Non si può perdere la vita ogni volta che si verifica un simile fenomeno, che assegna alla Sardegna il triste primato della più alta mortalità. I morti di questi giorni hanno le colpe degli amministratori ciechi e dell’ignoranza e dell’avidità degli speculatori. Federconsumatori chiede con forza che una volta per tutte, si metta la parola fine a questi scempi, avviando una politica lungimirante di messa in sicurezza del territorio, di riordino urbanistico e, perché no, anche di armonizzazione architettonica delle costruzioni che, tra l’altro, darebbe lavoro per decine di anni alle imprese edili locali.

L’Associazione dei consumatori fa sapere che le sue strutture locali si stanno coordinando per avviare un servizio di assistenza e consulenza completamente gratuito, per fornire il sostegno necessario ai cittadini nell’affrontare le prime pratiche burocratiche (sospensione forniture, mutui, ecc.). “Non lasceremo soli i cittadini in questo difficile momento, e ci batteremo affinché i danni causati in queste aree vengano riparati nel più breve tempo possibile. Per qualsiasi informazione i cittadini possono rivolgersi alla Federconsumatori, che li metterà in contatto con i responsabili di zona”.

UniCredit ha sospeso i pagamenti delle rate dei mutui in favore dei propri clienti (aziende e privati) residenti nei territori coinvolti. La sospensione, che potrà esser richiesta con una semplice autodichiarazione dei danni subiti, avrà durata di 12 mesi e sarà relativa all’intero importo delle rate; il cliente potrà comunque decidere di riprendere i pagamenti in qualsiasi momento. La banca ha inoltre previsto un prestito personale, al tasso del 5%, dedicato ai privati che hanno subito i danni dell’alluvione ed un plafond di 50 milioni € per le imprese rimaste vittime della calamità naturale al tasso del 3,75%.

UniCredit ha anche avviato l’iniziativa di solidarietà per sostenere la popolazione sarda colpita dall’alluvione, aprendo, in partnership con AVIS Sardegna, un conto corrente dedicato (IBAN: IT17 M 02008 04810 000102937189 – intestato a “A.V.I.S. REG.LE DELLA SARDEGNA”) sul quale far confluire le donazioni tramite bonifici con causale “Sostieni la popolazione colpita”. I bonifici effettuati su questo conto nelle filiali UniCredit saranno esenti da spese o commissioni sia per i clienti che per i non clienti della Banca. I clienti UniCredit potranno effettuare le donazioni anche tramite i servizi di home banking e gli altri canali alternativi della Banca, sempre senza spese ne’ commissioni. UniCredit ha già disposto l’erogazione di 50.000 € quale primo segnale di vicinanza alle persone ed ai territori danneggiati. E’ stata istituita, d’intesa con AVIS, una Commissione paritaria che valuterà la destinazione dei fondi raccolti.

Comments are closed.