BNP Paribas Cardif: gli studenti a scuola di “tecnologia” progettano il loro futuro

Robotica, Intelligenza Artificiale, realtà virtuale, guida autonoma: le tecnologie stanno trasformando il mercato del lavoro e i giovanissimi sono quelli che più di altri dovranno interpretare questa evoluzione per farsi trovare preparati e sfruttarne le opportunità. Ma è importante avere le idee chiare, capire le proprie attitudini e scegliere il percorso di studi più adatto.

Per aiutare i teenagers in questa fase delicata della loro vita, BNP Paribas Cardif, tra le prime dieci compagnie assicurative in Italia, non solo rinnova la partecipazione all’iniziativa formativa TechCamp@POLIMI, ma rafforza il proprio impegno mettendo a disposizione ben 20 borse di studio a studenti meritevoli delle scuole superiori, dal secondo al quarto anno.

Un percorso di approfondimento non solo teorico, ma soprattutto sperimentale, organizzato da Fondazione Politecnico in collaborazione con il Politecnico di Milano, che ha l’obiettivo di avvicinare i giovanissimi ai temi più caldi e sfidanti in ambito tecnologico, partendo dalla robotica sino ai veicoli autonomi e al coding.

Guidati da docenti del Politecnico di Milano, gli studenti si troveranno a operare in un contesto di eccellenza a livello internazionale affrontando i temi “Smart and Autonomous Vehicles”, “Il robot: nemico o amico da istruire” e “Programmazione: linguaggi per farsi largo tra le idee”.

Durante i tre “camp” settimanali i giovani saranno gli attori protagonisti delle attività progettuali, che spazieranno dalla realizzazione di un’app al controllo di piccoli robot o droni, sino alla creazione di prototipi a guida autonoma e impareranno, inoltre, a identificare e risolvere problemi reali, a sviluppare le soft skills, ad operare in un ambiente universitario e a confrontarsi all’interno di un team per misurarsi con le sfide globali.

I corsi, della durata di una settimana ciascuna, si svolgeranno tra il 10 e il 28 giugno 2019 presso il campus del Politecnico a Città Studi, così da consentire agli studenti un diretto contatto con la vita universitaria.

lascia un commento