Edilizia scolastica, Cittadinanzattiva: Governo aiuti regione a stilare Anagrafe

E’ di questi giorni la notizia di due crolli avvenuti in due scuole della Campania, la Collodi di Monteruscello e l’Isis Giovanni XXIII di Salerno, e in una della Sardegna, il Liceo Scientifico Marconi di Sassari. Per fortuna questi episodi si sono verificati di notte evitando il peggio a ragazzi e personale scolastico. Tuttavia resta da risolvere il problema della scarsa sicurezza degli edifici come denuncia da anni l’associazione Cittadinanzattiva che chiede al Ministero dell’Istruzione e al l’Unità di Missione per l’Edilizia Scolastica di individuare le ragioni e le responsabilità di questa inadempienza e, se necessario, di supportare le Regioni suddette nella realizzazione o nel completamento di questo prezioso strumento di programmazione ed intervento che è l’Anagrafe dell’edilizia scolastica.

“La nostra preoccupazione, che si unisce a quella espressa dagli studenti e dalle famiglie delle tre scuole è ancora più forte – afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della scuola di Cittadinanzattiva – perché la Campania  e la Sardegna sono fra le sei regioni, insieme a Lazio, Basilicata, Molise e Sicilia, a non disporre di un’Anagrafe dell’Edilizia scolastica, secondo quanto dichiarato recentemente dal Ministero dell’Istruzione. Questo implica che non si conosca analiticamente lo stato reale delle proprie scuole e, soprattutto, non si sia in grado di intervenire preventivamente sugli edifici in condizioni più gravi.

Comments are closed.