Scuola, mega ricorso del Codacons contro il concorso che esclude i non abilitati

La scuola italiana è investita dalla polemica sul concorso pubblico annunciato dal Governo per assumere a tempo indeterminanto giovani insegnanti. La polemica riguarda i migliaia di  docenti precari che da anni aspettano di essere stabilizzati e si barcamenano tra supplenze e punteggi. Il Codacons annuncia un mega ricorso al Tar in loro difesa.

L’Associazione prepara una grande azione collettiva contro “l’assurda esclusione dal prossimo concorsone del Ministro Profumo di giovani e docenti che hanno lavorato per anni ma non hanno potuto abilitarsi per colpa esclusiva del Miur, che per oltre un decennio non ha indetto né concorsi né abilitazioni”. “Anche le direttive europee prevedono che un adeguato servizio sia equivalente all’abilitazione e all’insegnamento” precisa il Codacons.

Con il ricorso si chiederà l’annullamento del bando, nella parte in cui non ammette anche i non abilitati al concorso, e si chiederà quindi in via immediata al Tar del Lazio l’ ammissione con riserva dei ricorrenti alle prove concorsuali. Per partecipare all’azione è necessario inviare la domanda di partecipazione al concorso appena uscirà sulla Gazzetta Ufficiale il bando, anche se non si è in possesso dei requisiti necessari. Per aderire andare sul sito www.codacons.it e seguire la procedura di iscrizione, compilando il form all’indirizzo www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=141&css=1&access=ok o inviando un sms anche vuoto al numero 3920702492 o chiamando il numero a pagamento 892007.

3 Commenti a “Scuola, mega ricorso del Codacons contro il concorso che esclude i non abilitati”

  1. Luigi ha detto:

    LE SISS LE HA INVENTATE IL GOVERNO D’ ALEMA E SONO LA CAUSA PRINCIPALE DEI DISASTRI ATTUALI. MENTRE C’ ERANO MIGLIAIA DI PRECARI CHE ERANO COSTRETTI A LAVORARE PER FARE IL PUNTEGGIO E SOPRAVVIVERE QUALCUNALTRO HA POTUTO FARSI MANTENERE DALLA FAMIGLIA FINO A 26-8 ANNI PER FARE LE SISS. QUESTI NON HANNO FATTO GAVETTA E NON SANNO COSA VUOL DIRE LAVORARE CON CONTRATTI A PROGETTO IN SCUOLE PRIVATE PER 7 EURO NETTI L’ ORA GRAZIE A VISCO. ORA PRETENDONO DI PASSARE AVANTI A CHI HA 15-20-25 ANNI DI ESPERIENZA…… SAREI DACCORDO SE SI APPLICASSE LA STESSA REGOLA PER I POLITICI, I BANCARI, TUTTI I DIPENDENTI DELLE ASL, LE FORZE ARMATE ETC

  2. Deborah ha detto:

    Come si fa a dire che per oltre un decennio non ci sono stati concorsi nè abilitazioni! La SSIS cos’era? L’ultimo corso è del 2009!

  3. Giusy Coluccia ha detto:

    I docenti che hanno lavorato come supplenti nella scuola primaria e dell’infanzia potevano conseguire l’abilitazione iscrivendosi a Scienze della Formazione Primaria. Sarebbe il caso di tutelare tutti ovvero anche chi ha già superato diverse procedure concorsuali ed è in attesa del ruolo da anni. Questi docenti anche sono stati usati e buttati come spuzzatura! Chi si è abilitato ha perso il punteggio degli anni di servizio e soldi per pagare il corso abilitante. Ora questi sacrifici sono buttati in aria da un nuovo concorso. Quanti concorsi gli abilitati devono sostenere? Voi come Codacons dovreste tutelare i diritti di tutti.