Sicurezza scolastica, al via Premio Scafidi di Cittadinanzattiva

Parte la VII edizione del Premio delle Buone Pratiche di Educazione alla Sicurezza e alla Salute a Scuola, organizzato da Cittadinanzattiva nell’ambito della campagna Impararesicuri. Dal 2009 il Premio è intitolato a Vito Scafidi, il ragazzo morto per il crollo del controsoffitto nel Liceo Darwin di Rivoli (Torino). Centrale è il tema della sicurezza a scuola, cui deve accompagnarsi un’educazione al benessere, alla cittadinanza attiva intesa come cura dei beni comuni, inclusione sociale, solidarietà, convivenza civile, legalità. Le scuole di ogni ordine e grado che hanno sviluppato progetti in uno degli ambiti indicati, nell’anno scolastico passato o in quello in corso, possono partecipare al concorso.

C’è tempo fino al 15 marzo compilando il form sul sito web di Cittadinanzattiva, Sezione scuola (link diretto al form http://j.mp/XcOttS). Una giuria di esperti esaminerà e valuterà i progetti pervenuti in base a parametri quali l’impatto (quante persone coinvolte, per quanto tempo etc..), cambiamenti prodotti, tasso di innovatività, livello di sostenibilità (con quali risorse umane e finanziarie), riproducibilità in luoghi o situazioni diverse. Per ogni area tematica sarà scelto un progetto vincitore ed altri riceveranno una menzione speciale, nel corso di un evento istituzionale che si terrà a Roma il prossimo 23 aprile.

Alle passate edizioni del concorso hanno partecipato in totale 1.201 i progetti. Nel 2010 il Premio è stato insignito della medaglia del Presidente della Repubblica. L’edizione annuale si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con i patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Dipartimento della Protezione Civile, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile ed il Ministero dell’Istruzione dell’Università della Ricerca, con il sostegno di Federchimica – Anifa eTNT.

Comments are closed.