Tragedia Lecce, Cittadinanzattiva: potenziare subito 8 per mille alle scuole

E’ di oggi la notizia di un diciassettenne di Lette morto a scuola dopo essere precipitato in un pozzo luce. “Si faccia piena luce per capire livelli di responsabilità nell’accaduto” fa sapere Cittadinanzattiva che ricorda che “il 39% delle scuole italiane ha uno stato di manutenzione inadeguato e ogni anno le famiglie italiane versano circa 390 milioni di euro per “sostenere” la scuola, attraverso i contributi volontari e la donazione di materiali di vario tipo, dalla carta igienica alle matite e pennarelli”.

L’Associazione chiede, inoltre, che “da subito si dia consistenza all’importante possibilità per i cittadini di destinare l’otto per mille alla messa in sicurezza delle scuole, un primo significativo traguardo raggiunto grazie all’impegno congiunto di tre associazioni Cittadinanzattiva, Legambiente e Libera che da anni si occupano dell’emergenza dell’edilizia scolastica e dei parlamentari di diverso schieramento che hanno fatto propria questa battaglia di civiltà”.

“E’ un risultato importante – conclude l’Associazione – di cui i cittadini potranno avvalersi già nella prossima dichiarazione dei redditi, ma restano aperte due importanti questioni sulle quali continueremo ad impegnarci: rendere trasparenti i criteri di assegnazione di quanto raccolto per i diversi ambiti (cooperazione internazionale, protezione civile, patrimonio culturale e artistico, edilizia scolastica) e destinando tali fondi su obiettivi di particolare urgenza e gravità; rivedere, per il 2015 tale provvedimento in modo che i cittadini possano specificare chiaramente l’ambito al quale riservare la quota. Questo consentirà di destinare fondi in modo più consapevole all’edilizia scolastica, tema che sta particolarmente a cuore alle famiglie”.

Comments are closed.