Sisma in Emilia, Federconsumatori e Adusbef: atti di sciacallaggio a danno dei cittadini

Atti di sciacallaggio a danno dei cittadini colpiti dal sisma in Emilia e di chi vuole aiutarli. Dopo la segnalazione sulla App per smartphone che vantava di poter prevedere i terremoti, fatta nei giorni scorsi da Adiconsum, oggi arriva una denuncia da parte di Federconsumatori e Adusbef che segnalano eccessivi costi di noleggio dei camper, aumento dei prezzi dei beni di prima necessità, e tentativi di truffe fatti da gente che si spaccia per operatore di associazioni benefiche per arrivare a coordinate bancarie o carte di credito.

“Ci arrivano da molti cittadini segnalazioni di intollerabili atti di vero e proprio sciacallaggio nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia”, denunciano Federconsumatori e Adusbef. Una delle segnalazioni riguarda il costo del noleggio dei camper nei quali molte famiglie sono costrette a dormire: è troppo alto, nelle aree terremotate “la tariffa di noleggio arriva a superare i 250 euro al giorno, vale a dire il 150% in più” rispetto al costo normale di questo periodo, che si aggira da 80 a 120 euro al giorno. Secondo problema: si segnalano aumenti ingiustificati di beni quali il cibo. Terza denuncia: il tentativo di attuare truffe in nome degli aiuti alle popolazioni colpite dal sisma.

“Molti utenti – denunciano Federconsumatori e Adusbef – hanno ricevuto telefonate da numeri sconosciuti nell’ambito delle quali i truffatori, spacciandosi per operatori di associazioni benefiche, cercavano di carpire le coordinate bancarie o gli estremi della carta di credito per sottrarre al malcapitato dei soldi, con il pretesto del terremoto”.

Le due associazioni ricordano che, oltre a segnalare immediatamente tutto alle Forze dell’Ordine, è  bene affidarsi solo a organizzazioni e associazioni riconosciute e note, contattate direttamente ai recapiti ufficiali. E chiedono alle autorità di “vigilare con severità su queste forme di sciacallaggio, disponendo sanzioni severe per chi tenta di approfittarsi dei cittadini colpiti e trarre vantaggio dalla tragedia”.

Un commento a “Sisma in Emilia, Federconsumatori e Adusbef: atti di sciacallaggio a danno dei cittadini”

  1. Stefy ha detto:

    Ma si possono fare i nomi dei concessionari? Penso che come siamo pronti a fare i nomi di presunti ladri o assassini, si possa anche sapere chi sono questi “onesti” commercianti!