Suidici legati alla crisi economica, Federcontribuenti presenta esposto alla Procura di Roma

Suicidarsi per problemi economici. Sta succedendo nel 2012: in meno di 4 mesi, dall’inizio dell’anno, sono già una dozzina i casi di imprenditori, pensionati o giovani disoccupati che si sono suicidati a causa delle difficoltà economiche. Oltre 100 i suicidi nel 2011.

Federcontribuenti ha deciso di presentare un esposto alla Procura di Roma per chiedere l’apertura di un fascicolo sui troppi casi di suicidio avvenuti dal 2011 ad oggi, legati a problemi economici o allo stalking degli enti riscossori a danno delle vittime. La Federcontribuenti ha indetto per domani a Roma una conferenza stampa davanti al Tribunale penale, a Piazzale Clodio alle 11, durante la quale il presidente Carmelo Finocchiaro, il senatore Stefano Pedica (Idv), l’avvocato Maurizio Scuderi e l’avvocato Tiberio Passerani, spiegheranno i motivi dell’esposto. Verrà anticipata anche “una sentenza storica ottenuta ieri, che vede Equitalia, ancora una volta, in grave difetto”.

L’appello del presidente Finocchiaro: “Monti deve farsi carico di questo enorme disagio sociale. Siamo certi che questi suicidi abbiano dei responsabili e solo un’accurata indagine da parte della magistratura potrà fare chiarezza e giustizia. Dobbiamo fare in modo di dare un senso a quanti, per problemi economici, si impiccano, sparano o danno fuoco”.

E’ possibile contattare Federcontribuenti in qualunque modo e a qualunque orario. All’esposto seguiranno ulteriori iniziative per accendere i riflettori su questo problema e spingere il governo ad ascoltare queste voci, inoltre, si sta organizzando una mobilitazione a Roma con imprenditori e lavoratori per reagire alle decisioni politiche che stanno massacrando gli italiani.

Comments are closed.