Terremoto in Emilia, in arrivo 40 mln di euro dalla Pac per le imprese agricole

Già dal primo agosto le aziende agricole che hanno subito gravi danni a causa del terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, il Veneto e la Lombardia, riceveranno 40 milioni di euro come anticipo sui pagamenti della Politica agricola comune. In condizioni normali questi soldi sarebbero stati erogati solo a partire dal primo dicembre 2012. A prendere la decisione è stato il Comitato di gestione dei pagamenti diretti della Commissione europea, che si è riunito ieri a Bruxelles.

La Commissione europea ha dato un riscontro positivo alle nostre richieste in favore delle aziende agricole che hanno subito gravi danni a causa dei fenomeni sismici avvenuti nei mesi scorsi – fa sapere il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania – A partire dal prossimo mese, infatti, agli Organismi pagatori delle Regioni interessate sarà consentito di erogare 40 milioni di euro come anticipo sui pagamenti PAC 2012.  Questo anticipo – spiega Catania – rientra all’interno delle iniziative assunte dal Governo per far fronte alle difficoltà causate dai recenti fenomeni sismici. A beneficiare di questo intervento sono gli agricoltori che hanno le proprie aziende nei Comuni colpiti dal sisma e anche gli allevatori che, sebbene non ricadenti in questi Comuni, consegnano il latte ai primi acquirenti che hanno avuto danneggiato la struttura di conferimento. Sono certo – conclude il Ministro – che le risorse messe a disposizione saranno utili per questo tessuto economico che, anche di fronte a simili calamità, si è dimostrato dinamico e fortemente motivato a riprendere l’attività produttiva”.

 

Comments are closed.