Tutela consumatori, Commissione europea chiede parere ai cittadini

Incrementare l’efficacia dei diritti dei consumatori rientra tra le mie priorità. Oggi facciamo acquisti in tutta Europa. Vorrei ricevere dai consumatori, dai proprietari di negozi e dalle imprese proposte per rafforzare la tutela, soprattutto quella transfrontaliera, senza aumentare gli oneri burocratici”: con queste parole Neven Mimica, Commissario europeo responsabile della politica dei consumatori, lancia la consultazione avviata dalla Commissione europea per rafforzare la tutela dei consumatori a livello transfrontaliero.

I 500 milioni di cittadini europei, spiega la Commissione, “dovrebbero beneficiare allo stesso modo dei loro diritti di consumatori in caso di acquisti effettuati nel loro paese, in un altro paese dell’Unione europea o on-line in Europa”. Per questo oggi è stata avviata una consultazione con i consumatori, le organizzazioni di tutela dei consumatori e le imprese al fine di individuare il modo migliore per rafforzare la tutela dei consumatori a livello transfrontaliero.

Questo esame contribuirà all’attività della Commissione volta a migliorare la rete paneuropea degli organismi preposti all’esecuzione della normativa in materia di tutela dei consumatori. La rete ha un ruolo vitale nel garantire che i cittadini di tutta l’Unione europea possano godere di pari diritti, a prescindere dal luogo in cui si effettuano gli acquisti o da chi li effettua. La consultazione è aperta fino al 31 gennaio 2014 e permetterà di affrontare temi quali i mezzi d’indagine e intervento con i quali le autorità nazionali possono portare avanti la lotta alle infrazioni, le sanzioni necessarie quali deterrenti alle infrazioni, l’azione più efficace con cui rispondere a infrazioni diffuse in diversi paesi dell’Unione o commessi dallo stesso operatore in più Stati.

Comments are closed.