Verso il Giubileo: Consumatori annunciano rete di sportelli del pellegrino

Una rete di “sportelli del pellegrino” e del turista per difendere i visitatori che arriveranno da truffe, raggiri e aumenti sconsiderati dei prezzi: questa una delle prime mosse di tre associazioni di consumatori – Assoutenti, Casa del Consumatore e Codici – di fronte all’annuncio del prossimo Giubileo dato da Papa Francesco. Mentre ci si interroga sul fatto che Roma sia o meno pronta dal punto di vista organizzativo, i Consumatori si mettono nei panni dei pellegrini.

“Sono passate poche ore dall’annuncio di Papa Francesco di voler dedicare un giubileo straordinario alla misericordia – informano le tre associazioni – Si tratta di un evento eccezionale di grande rilevanza spirituale. Gli occhi del mondo saranno nuovamente puntati sulla Capitale della cristianità e sulla sua macchina organizzativa. Ma non solo, il Giubileo rappresenterà anche un’opportunità economica per il settore del turismo”. Le tre associazioni temono però che i pellegrini che invaderanno le strade romane possano diventare oggetto di “piccole e grandi truffe e ostaggi dei  grandi network organizzativi della ristorazione e alberghiera“.

“Il rischio – affermano – è che l’immagine della città venga oscurata dalle tante speculazioni che ci attendiamo”. Per questo hanno deciso di lanciare una rete di sportelli di tutela del pellegrino/turista. “Saranno le sentinelle sui prezzi di attività ricettive o altro. Punti di riferimento per l’assistenza ai visitatori grazie anche alla rete già attiva degli sportelli organizzati dalle associazioni in tutta Roma. Presto verrà istituito anche un numero verde a disposizione per i visitatori che vogliono segnalare abusi come tariffe alberghiere moltiplicate e servizi al di sotto della norma”.

L’obiettivo della nostra sinergia sarà tenere i consumatori, in questo caso, i pellegrini, alla larga dalle truffe e dall’aumento sconsiderato dei prezzi – spiega Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale Codici –  Chiederemo al Sindaco Marino un incontro per mettere a disposizione della città questo nostro servizio“.

Comments are closed.