Auser, congresso nazionale: aumenta la partecipazione di anziani e giovani

Un’Italia impegnata e solidale, quella che emerge dal Rapporto di Missione Auser 2011, presentato nel corso del VIII Congresso Nazionale del 20-21-22 marzo a Riccione. Crescono gli iscritti, crescono i volontari e la voglia di impegnarsi non solo in una “casa comune” della solidarietà rivolta agli anziani, ma aperta sempre più ai giovani e alla contaminazione fra generazioni e culture. Le attività principali riguardano il Filo d’Argento, aiuto agli anziani soli che si concretizza con azioni tese a favorire la mobilità degli anziani come il trasporto protetto verso strutture sanitarie: altrettanto fondamentali sono le attività di consegna dei pasti e dei farmaci a domicilio, disbrigo pratiche, compagnia, ascolto. Il Filo d’Argento è una delle attività prevalenti dell’associazione, un servizio offerto dal 55,5% delle strutture. Nel corso del 2011 il servizio di Aiuto alla persona ha assistito 233.486 persone.

Ci sono poi le attività culturali e l’educazione per gli adulti, il volontariato civico – che ha impegnato 3 milioni e 600 mila ore – le attività di sostegno agli immigrati e il turismo sociale, che conta più di 106 mila partecipanti.

I numeri dicono che gli iscritti hanno superato la soglia dei 300mila (301.557, 3.494 in più rispetto al 2009) mentre aumentano anche i volontari (47.761, il 4.2% in più del 2009). Sono  1500  le associazioni sul territorio: in numero maggiore nelle regioni del nord (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana), in crescita in quasi tutte quelle del centro-sud. In aumento la componente femminile tra gli iscritti (56,4%), stabile quella delle volontarie (47,2%). Il bilancio di attività ha coinvolto 1.329 associazioni sul territorio, “ con l’obiettivo esplicito di far conoscere in modo trasparente l’alto valore sociale che il volontariato e la promozione sociale assumono nelle comunità del nostro Paese”, ha detto il Presidente nazionale Michele Mangano.

Comments are closed.