Android, Altroconsumo rilancia allarme USA: grave falla di sicurezza

Il sistema operativo Android, il più diffuso nell’universo degli  smartphone, con oltre un miliardo di utenti, ha una breccia di sicurezza che è stata classificata come critica e che è già oggetto di indagini da parte di Google (proprietaria di Android). Una grave falla potrebbe mettere a rischio tanto i dati personali quanto alcune importanti funzioni di smartphone e tablet. L’allarme arriva dai ricercatori dell’Università dell’Indiana (USA) ed Altroconsumo lo rilancia fornendo qualche suggerimento agli utenti.

L’attacco di alcune applicazioni malevoli è in grado di creare parecchi danni se si arriva al momento giusto: quando infatti smartphone e tablet sono in fase di aggiornamento alla nuova versione del sistema operativo Android, sono particolarmente vulnerabili. In ballo ci sono i dati personali dell’utente, perché l’applicazione maligna potrebbe ottenere le autorizzazioni per accedere a determinate funzioni del tuo telefono o tablet. Ma oltre questo, l’attacco può compromettere l’intero software del dispositivo.

Un rimedio viene proprio da coloro che hanno segnalato il problema. L’Indiana University ha sviluppato l’applicazione Secure Update Scanner, che analizza smartphone e tablet per rilevare applicazioni maligne: basta avviare questa applicazione prima far partire l’aggiornamento del sistema operativo Android per essere al sicuro.

Ecco 5 suggerimenti per gli utenti Android, perché allarmi come questo non devono essere sottovalutati.

  • Scarica sempre le app dagli store ufficiali: in primo luogo Google Play, ma anche altri siti affidabili come ad esempio Amazon.
  • Mai scaricare alla cieca: guardate sempre chi è l’autore della app e i commenti (con le stelle) degli utenti.
  • Più una app è popolare più è probabilmente affidabile: anche il numero di download di un’applicazione è un buon parametro per farsi un’idea della qualità delle app.
  • Scaricare applicazioni collaudate: verificare la data dell’ultima versione e cercare di non essere tu la “cavia” che testerà una nuova applicazione prima di chiunque altro. Lascia questo onore ad altri.
  • Apri gli occhi: quando una app diventa famosa, spuntano come funghi decine di altre app con nomi molto simili; sono lì proprio per trarti in inganno e non tutte sono trasparenti e sicure.

Comments are closed.