Comitato Media e Minori, ecco la nuova composizione

Sono stati nominati ieri i membri del Comitato Media e Minori del Ministero dello Sviluppo Economico. Maurizio Mensi è il nuovo Presdidente: gia’ Avvocato dello Stato, professore ordinario di Diritto pubblico dell’economia della SSEF e docente di Diritto dell’informazione e della comunicazione presso l’Universita’ LUISS Guido Carli di Roma. I rappresentanti delle Istituzioni sono  Graziana Campanato, Presidente Corte d’Appello di Brescia, gia’ presidente del Tribunale dei Minori di Venezia; Anna Serafini, senatrice, esperta in materia di tutela dei minori;  Emilia Visco, giurista, esperta di problematiche giuridiche in materia di tutela dei minori, gia’ Direttore del Dipartimento Vigilanza e Controllo dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni.Il rappresentante dei Corecom è, invece, Bruno Geraci mentre Antonio Cotura, Mario Russo, Domenico Infante, Elisa Manna, Remigio Del Grosso sono stati nominati quali rappresentanti degli utenti. A rappresentare le emittenti sono stati nominati Maria Elita Lucchin, Gianfranco Noferi, Alessia Caricato, Filippo Rebecchini, Bianca Papini.

Al Comitato, è affidata l’attuazione del Codice di autoregolamentazione Tv e Minori. Le competenze e i poteri del Comitato sono disciplinati dall’articolo 6.2 del Codice che prevede: “Il Comitato, d’ufficio o su denuncia dei soggetti interessati, verifica, con le modalità stabilite nel regolamento le violazioni del presente Codice. Qualora accerti la violazione del Codice adotta una risoluzione motivata e determina, tenuto conto della gravità dell’illecito, del comportamento pregresso dell’emittente, nell’ambito di diffusione del programma e della dimensione dell’impresa, le modalità con le quali ne debba essere data notizia”.
Il Comitato può inoltre:

  • Ingiungere all’Emittente, qualora ne sussistano le condizioni, di modificare o sospendere il programma o i programmi  indicando i tempi e le modalità di attuazione;
  • Ingiungere all’Emittente di adeguare il proprio comportamento alle prescrizioni del Codice indicando i tempi e le modalità  di attuazione.

Le delibere del Comitato vengono trasmesse per conoscenza all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Se è stata accertata una violazione del Codice, il Comitato inoltra una denuncia circostanziata accompagnandola con una dettagliata documentazione. L’Authority, ove sia il caso, può per legge irrogare sanzioni che vanno dal pagamento di una somma fino alla sospensione o alla revoca della licenza o autorizzazione a trasmettere.

Comments are closed.