TopNews. Elezioni europee, Agcom a Facebook e Twitter: agire contro fake news

Contrastare le fake news in vista delle prossime elezioni europee. Preoccupata dell’impatto che la disinformazione online e l’incitamento all’odio potrebbero avere sulle elezioni del Parlamento europeo, previste a maggio 2019, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha scritto a Facebook, Google e Twitter. Chiede loro di assumere “un ruolo più proattivo” e di fornire all’Autorità le informazioni tecniche per monitorare il fenomeno.

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che a novembre 2017 ha avviato un Tavolo tecnico per il pluralismo e la correttezza dell’informazione sulla piattaforme digitali, “è preoccupata per l’impatto che la disinformazione online e la diffusione di incitamento all’odio potrebbero avere nella prossima campagna elettorale” europea e per questo chiede a Facebook, Google e Twitter “di assumere un ruolo più proattivo” al fine di sviluppare ulteriori strumenti di autoregolamentazione per contrastare questi fenomeni.  È quanto si legge in una lettera che il presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, ha inviato agli amministratori delegati delle tre piattaforme online, Mark Zuckerberg, Larry Page e Jack Dorsey chiedendo tra l’altro di rendere disponibili anche all’Autorità gli accessi alle API (Application Programming Interface) al fine di consentire un’attività di monitoraggio. Dall’iniziativa di autoregolamentazione lanciata lo scorso anno è emerso già che le distorsioni dell’informazione online sono molteplici, con diverse motivazioni e tecniche di comunicazioni usate per produrre i contenuti fake, con strategie che possono essere commerciali o di natura politico-ideologica.

L’Agcom promuoverà dunque linee guida e codici di condotta condivisi con le piattaforme per garantire trasparenza della pubblicità online, monitoraggio di fake news ed hate speech, piattaforme di controllo e fackt-checking. In particolare, si legge in una nota, “l’Autorità adotterà forme di monitoraggio dei fenomeni di disinformazione e di hate speech attraverso la fattiva collaborazione delle piattaforme online; verranno individuate forme di trasparenza del sistema della pubblicità online; sarà favorita  la creazione, anche in Italia, di una piattaforma autonoma di fact-checking; ; saranno varate iniziative per promuovere la cultura mediatica e digitale e fornire ai cittadini strumenti per un uso consapevole e critico dei media (social e non); verranno introdotti nuovi strumenti di trasparenza ed empowerment del consumatore attraverso la realizzazione di campagne informative sulla disinformazione”.

 

Notizia pubblicata il 26/10/2018 ore 17.29

Un commento a “TopNews. Elezioni europee, Agcom a Facebook e Twitter: agire contro fake news”

  1. ermenegildo di carne ha detto:

    L’AGCOM fa bene a preoccuparsi delle Fake News on line ma altrettanto farebbe bene a preoccuparsi lei Talk shoes televisivi e di quasi tutta la stampa italiana che di falsità ne pubblica tante, oltre ai confronti politici condotti da presentatori che non sono al di sopra delle parti usando “tecniche” atte a mettere una parte in difficoltà per esaltare la parte a loro affine. Le tecnoche sono: intralciare le risposte con interventi che parlino”sopra” e non far capire la risposta oppure interrompere la risposta facendo un’altra domanda sollecitare gli applausi promossi da pubblico addomesticato ecc.ecc-