Giochi online, Commissione europea lancia piano d’azione a tutela dei consumatori

Un piano d’azione per i giochi online che miri a realizzare non una nuova normativa, ma una serie di iniziative e di principi comuni per tutelare i consumatori dai giochi online e dal gioco d’azzardo. È quanto propone oggi la Commissione europea, che in pratica adotterà tre regolamenti destinati agli Stati e riguardanti la protezione comune dei consumatori, la pubblicità responsabile dei giochi d’azzardo, la prevenzione e la lotta contro le scommesse relative a partite truccate. Altre misure prevedono l’ampliamento della direttiva antiriciclaggio e la promozione della cooperazione internazionale contro le partite truccate, nonché azioni di sostegno per i genitori – il fenomeno del gioco online rischia di essere molto diffuso fra i giovani, principali utenti di Internet.

Il punto di partenza è rappresentato dal fatto che i giochi online registrano in Europa tassi annuali di crescita di quasi il 15% ed entrate stimate di circa 13 miliardi di dollari entro il 2015. I servizi di giochi online comprendono una serie di giochi d’azzardo come scommesse sportive, poker, casinò e lotterie, con 6,8 milioni di consumatori che partecipano a uno o più tipi di giochi online. Esistono tuttavia anche migliaia di siti internet di gioco d’azzardo non regolamentati, spesso situati al di fuori dell’UE, ai quali i consumatori sono esposti e che presentano notevoli rischi come le frodi e il riciclaggio di denaro.

Le normative nazionali sono diverse e gli Stati possono restringere o limitare l’offerta di tutti o di determinati tipi di giochi online sulla base di obiettivi di pubblico interesse. Il piano d’azione della Commissione europea prevede dunque una serie di iniziative da prendere nei prossimi due anni, dirette a precisare la regolamentazione dei giochi d’azzardo e promuovere la cooperazione tra Stati membri. Sostiene Michel Barnier, Commissario per il Mercato interno e i servizi: “I consumatori, ma più generalmente tutti i cittadini devono essere adeguatamente protetti, il riciclaggio di denaro e le frodi devono essere impediti, lo sport deve essere tutelato nei confronti delle scommesse giocate su partite truccate mentre le norme nazionali devono essere conformi alla normativa dell’UE. Questi sono gli obiettivi del piano d’azione che abbiamo adottato oggi”.

La Commissione quest’anno istituirà un gruppo di esperti per facilitare gli scambi di esperienze in materia di regolamentazione tra Stati membri. Questo contribuirà a sviluppare nell’UE un settore dei giochi d’azzardo online ben regolato e più sicuro, il che contribuirà ad allontanare i consumatori dai siti non regolamentati. Nell’azione europea rientrano la promozione di una pubblicità più responsabile e una maggiore consapevolezza dei genitori sui pericolo dell’azzardo – il 75% dei cittadini europei con meno di 17 anni usa Internet – nonché la protezione delle famiglie e delle persone che hanno sofferto a causa di ludopatia e dipendenza dal gioco d’azzardo, stimate tra lo 0,5 e il 3% della popolazione. Altro obiettivo è quello di prevenire e scoraggiare le frodi e il riciclaggio di denaro attraverso i giochi online e di attuare una lotta alle scommesse su partite truccate.

Comments are closed.