HC goes to Madrid. Al seminario CESE 2017 si parla di social e fake news

Qual è “il ruolo della società civile europea nel mondo globalizzato della comunicazione”? è questa la domanda alla quale giornalisti, rappresentanti della società civile, esperti di nuovi media e accademici cercheranno di rispondere nel corso dei due giorni di seminario, organizzato dal Comitato Economico e Sociale Europeo, che si svolgerà a Madrid il prossimo 23 e 24 novembre.

La discussione si concentrerà soprattutto sui social media e sulla vera e propria rivoluzione che hanno portato nel sistema della comunicazione, non solo privata anche giornalistica e istituzionale, che ha portato all’esacerbarsi di fenomeni associati come, ad esempio, i vari populismi e le fake news.

Dati i cambiamenti radicali che i media hanno dovuto sopportare come risultato della globalizzazione– un processo per mezzo del quale tutto si muove dalla stampa al digitale e il mercato è sempre più dominato da un piccolo numero di grandi coalizioni transnazionali (tecnologia, computer, telecomunicazioni), l’argomento scelto per il seminario del 2017.

Tutta questa trasformazione ha avuto, e continua ad avere, delle importanti ripercussioni anche sul modo in cui i cittadini vivono e percepiscono il fare parte dell’Unione europea.

Sessant’anni dopo il Tratto di Roma, l’Unione europea sta anch’essa affrontando un mondo completamente cambiato rispetto ai suoi inizi nel 1957. In queste sei decadi, abbiamo visto il Mercato Comune Europeo si è evoluto nell’unione di 28 paesi che ha assicurato pace e prosperità. Il modello sociale ed economico europeo è un punto di riferimento per molti altri paesi nel mondo.

Tuttavia, alcune sfide recenti, come la crisi finanziaria ed economica degli ultimi anni, o la questione migratoria, hanno lasciato un segno profondo, tanto che gli Stati europei che originariamente aspiravano a stare vicini, preferiscono ora allontanarsi.

Questo aspetto deve essere osservato alla luce della globalizzazione che permea tutte le aree di intervento politico, compresa la comunicazione. La globalizzazione, in effetti, è guidata dalla comunicazione e delle tecnologie della comunicazione. L’internazionalizzazione dei media, un mercato globale della comunicazione dominato solo da pochi ma enormi networking center, l’uso di algoritmi e social media, hanno messo il mondo sotto-sopra.

Nel corso del seminario perciò, si parlerà anche del ruolo che la società civile può avere non solo per alleviare gli effetti indesiderati dei social media ma anche per trarre vantaggi dal loro sviluppo.

Da ultimo, si darà uno sguardo al ruolo della cultura e alla possibilità di usare in maniera positiva i social per promuovere il cambiamento culturale e l’istruzione.

La redazione di Help Consumatori, unica agenzia di stampa consumeristica invitata all’evento, seguirà i lavori del seminario con aggiornamenti in diretta sulle principali evidenze del dibattito. Potrete seguirci anche su Twitter (@HelpConsumatori) con l’hashtag #eu2017ee. Intanto, nei prossimi giorni, approfondiremo alcuni aspetti di discussione dell’evento.

 

Notizia pubblicata il 14/11/2017 ore 16.57

lascia un commento