Eurobarometro: europei vogliono internet più veloce

La velocità di Internet conta sempre di più. E il 45% degli internauti è disposto a cambiare operatore o abbonamento per avere internet più veloce. È quanto emerge dal recente sondaggio UE sull’utilizzo di internet da parte degli Europei. Quasi la metà delle famiglie europee (45%) sarebbe pronta a cambiare operatore o abbonamento internet per disporre di una velocità di connessione più elevata, indicando questo elemento come altrettanto importante rispetto al prezzo nella scelta del servizio.

Riguardo al prezzo, dall’Eurobarometro emerge che il 54% delle famiglie limita le proprie chiamate nazionali e internazionali con il cellulare per motivi di costo, anche se c’è un calo dell’11% (dal 60% al 49%) di coloro che considerano un problema il costo delle chiamate a reti diverse dalla propria, indice dell’effetto positivo sui consumatori che hanno avuto gli sforzi della Commissione per ridurre le tariffe di terminazione delle chiamate mobili. Commenta Neelie Kroes, Vicepresidente della Commissione europea: “I consumatori si preoccupano sempre di più di avere una connessione internet abbastanza veloce per poter ad esempio guardare contenuti video. E per coloro che gestiscono la propria attività professionale da casa, la velocità è anche una questione di competitività. I consumatori ora prendono in considerazione sia la velocità che il prezzo al momento di effettuare la loro scelta. Viviamo nell’epoca degli smartphone e i servizi di telefonia mobile di elevata qualità sono una parte essenziale della nostra quotidianità – ha continuato Kroes – Non è accettabile che la metà della popolazione limiti le proprie chiamate telefoniche per questioni di costi e non è accettabile che la mancanza di un mercato unico “connesso” incoraggi queste limitazioni“.

Dal sondaggio è emerso che la concorrenza ha effettivamente portato prezzi accessibili, ma ora occorre prestare maggiore attenzione a soddisfare la richiesta di connessioni sempre più veloci: circa il 40% degli utenti ha incontrato difficoltà nell’accedere a contenuti o applicazioni online a causa di una velocità o una capacità di download insufficienti.

In termini di qualità del servizio, il 20% ha dichiarato di aver avuto difficoltà nell’accedere a contenuti online o che alcune app erano bloccate sul cellulare (più 4 punti percentuali rispetto a dicembre 2011). Ciò sembra verificarsi più frequentemente quando si prova a guardare video (42%), ascoltare musica (22%), scaricare gratuitamente contenuti video (22%), guardare eventi dal vivo (20%) oppure giocare in rete (19%). La qualità dell’audio è importante. Solo il 38% ritiene che la qualità dell’audio sul cellulare sia ottima rispetto al 49% per le telefonate dai fissi e al 25% per le chiamate via internet.

Comments are closed.