Furto d’Identità, Adiconsum presenta a Bruxelles risultati del progetto

Furti d’identità. Quanto ne sappiamo? Dal progetto europeo “MeisMine” coordinato da Adiconsum insieme all’Associazione dei Consumatori romena A.N.P.C.P.P.S. risulta chiaramente che il livello di conoscenza del fenomeno è assolutamente insufficiente, provocando, di conseguenza, un innalzamento esponenziale del verificarsi del reato di furto d’identità.

I risultati delle ricerche sul furto d’identità, realizzate nell’ambito dell’Osservatorio gestito dalle Associazioni, verranno presentati a Bruxelles il 28 ottobre prossimo, h 10-12, presso la Sala JDE60 del Comitato Economico e Sociale Europeo.

“Il furto d’identità – spiega Pietro Giordano, Presidente di Adiconsum – è un reato vero e proprio, che si manifesta con modalità ogni volta diverse ed imprevedibili, sia nella vita reale che in quella virtuale. La maggior parte della popolazione crede invece che il furto d’identità riguardi solo chi utilizza la rete e le tecnologie, sentendosi al sicuro e provocando i maggiori danni proprio alla popolazione con minor alfabetizzazione digitale. Dalla ricerca effettuata risulta inoltre che i nativi digitali, altrettanto erroneamente, non percepiscono affatto la necessità di proteggere la propria identità”.

“Bisogna, quindi – afferma Giordano – insegnare a tutti i livelli, dalla scuola al posto di lavoro, dai social network ai centri anziani, quanto sia indispensabile avere cura dei propri dati personali, e, soprattutto, come fare per proteggerli. Basta alle informazioni spot demandate a piccole iniziative. E’ necessario, invece, realizzare una massiccia campagna informativa, che coinvolga anche le industrie produttrici di apparecchi tecnologici e i fornitori di servizi quali enti, banche e poste, per diffondere a più ampio raggio possibile istruzioni corrette su come fare a tutelare, sempre e nel migliore dei modi, i propri dati sensibili”. “Altrettanto importante – conclude Giordano – è che l’Unione europea ponga la dovuta attenzione sul fronte della giustizia, regolamentando la materia del furto d’identità, nelle sue varie sfaccettature (nuove e vecchie tecnologie), e, in particolare, inasprendo le pene”.

L’Associazione ricorda che, a disposizione di tutti i consumatori, sono già attivi il sito internet www.furtodidentita.it e l’InfoPoint dedicato al furto d’identità, che è possibile contattare sia tramite il numero di telefono 06.44170252 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13) che tramite mail, scrivendo a infopoint.meismine@adiconsum.it.

Comments are closed.