Italia-programmi.net, nuova denuncia all’Antitrust: chiudere il sito

Si parla ancora della truffa di Italia-programmi.net, messa in campo dalla società Estesa Limited che continua a minacciare via mail i centinaia di consumatori che sono caduti inconsapevolmente nella trappola.

La società, in questi giorni, è andata oltre la semplice richiesta del pagamento del costo annuale del fantomatico contratto sottoscritto: sono tante le segnalazioni di utenti che hanno ricevuto  mail dal tono molto più minaccioso in cui si parla di un procedimento giudiziario in corso contro il consumatore che non paga e che subirà un’ingiunzione tributaria.

Tutto questo, si sono affrettate a denunciare le Associazioni dei consumatori, non ha alcun fondamento, poiché nell’ordinamento italiano il “tribunale giudiziario regionale” non esiste e il “giudice tributario” non è ha alcuna competenza in materia di controversie tra privati e la vicenda non ha per oggetto tasse o tributi.

L’Aduc allora ha deciso di inviare un’altra denuncia all’Antitrust chiedendo all’Autorità di aprire due nuovi provvedimenti: uno per la mancata ottemperanza al primo, con richiesta di sospensione dell’attività della Estesa Limited; uno per la nuova condotta commerciale scorretta con l’invio della mail “Convocazione presso Tribunale Regionale Giudiziario”, chiedendo che si disponga, anche tramite la Guardia di Finanza, la chiusura del sito.

5 Commenti a “Italia-programmi.net, nuova denuncia all’Antitrust: chiudere il sito”

  1. antonello ha detto:

    buon pomeriggio,anchio ho ricevuto l mail piu una fattura a casa da italia programmi.net dove dice che devo pagare dei soldi x una cosa comprata ke non e assolutamente vero,come mi devo comportare?
    io non pago proprio nulla

  2. Maria Cristina Fuoco ha detto:

    Anche io qualche giorno fa, 16 marzo se non ricordo male, ho ricevuto per posta una lettera in cui mi chiedevano di pagare altrimenti avrebbero inviato la richiesta a chi si occupa di recupero crediti e che ci sarebbero state ulteriori spese, avvocati, tribunali e processi. Che fare?

  3. roberto ha detto:

    Anche io sto subendo da tempo questo tipo di tentativo di truffa….però ragazzi vivete tranquilli perchè “loro” si sono inventati una cosa inteligente solo perchè poi c’è qualcuno che ci casca sempre…

    Io per quanto mi riguarda ho sempre risposto con belle risate e un bel po’ di parolacce…senza fare inutili denunce che ti fanno solo perdere tempo perchè non sarà facile capire chi c’è dietro ad un conto…aperto alle Seychelles!!!

    Onore al loro merito…e anche io aspetto che il nostro governo…attivi un Tribunale Giudiziario Regionale!!!!!
    Speriamo che “italia-programmi.net” non abbia dato una idea per istituire un altro ente inutile!!! 🙂
    saluti Roberto

    ps: anche alle Seychelles hanno da’ campà……

  4. guido ha detto:

    Mi pare di capire che ci dobbiamo aspettare una convocazione presso il “Convocazione presso Tribunale Regionale Giudiziario”: quale dovrebbe essere la nostra reazione? a parte che non ho mai sentito parlare di un “Tribunale Regionale Giudiziario”?

  5. simonetta ha detto:

    Ricevo da qualche tempo a questa parte delle e mail da Italia-Programmi Service che mi chiede con insistenza il pagamento di una somma di denaro di 96 euro (diventati 104,50 perché comprensivi delle commissioni di sollecito). Sostengono che devo a loro questa somma di denaro per aver usufruito del servizio sul loro sito http://www.italia-programmi.net … Oggi ho ricevuto anche una comunicazione per posta, con un n. di “servizio telefonico” 0444 1837685. Ho provato a chiamare ma è sempre occupato. Sulla lettera è indicato un indirizzo di posta elettronica support@italia-programmi.net, al quale ho provato a scrivere una mail per chiedere spiegazioni ma l’indirizzo non esiste. Cosa devo fare? A chi mi devo rivolgere? Grazie per l’aiuto. Cordiali saluti. Simonetta