Key4biz: il decreto del fare trascura il Wi-Fi

La lettura attenta dell’Articolo 10 del cosiddetto Decreto del Fare rischia di scardinare l’attuale impianto normativo relativo all’assegnazione di autorizzazioni e licenze per l’offerta di servizi di telecomunicazioni, oggi riservate agli Operatori di TLC”: è quanto scrive Raffaele Barberio su Key4Biz, sottolineando che nell’articolo 10 del decreto non viene esplicitamente nominato il Wi-Fi.

Con la formulazione adottata, scrive l’autore, “il legislatore di fatto smantellerebbe il sistema di autorizzazioni generali e licenze per qualsiasi forma di offerta di accesso a internet, purché esercitata quale attività commerciale non prevalente, sia attraverso rete fissa sia attraverso rete mobile. Appare evidente come tale risultato traviserebbe la presumibile intenzione del legislatore di semplificare l’accesso tramite Wi-Fi o terminali installati in Internet cafè o in esercizi pubblici (va qui richiamato che Alleanza per Internet è sul punto di lanciare nei prossimi giorni una grande campagna proprio su questo obiettivo)”. Per l’autore, l’articolo 10 del decreto va riformulato per dare “la spinta giusta in direzione di una effettiva diffusione delle modalità di accesso alla rete attraverso una riscoperta vera ed indiscutibile delle tecnologie Wi-Fi”.

Comments are closed.