MarkMonitor: attenzione al mercato dei tablet clonati

Regali tecnologici per Natale? Passione per i tablet? Attenzione ai prodotti clonati o contraffatti, perché i “pirati di  marchi” stanno prendendo di mira proprio il mercato dei tablet con una serie di “offerte” che possono facilmente trarre in inganno i consumatori. Il fenomeno è evidenziato da un recente rapporto di MarkMonitor, azienda leader nel campo della protezione dei  marchi aziendali, che ha pubblicato un’edizione speciale del Brandjacking Index®, dedicato ai tablet pc.

In un solo giorno, MarkMonitor ha scoperto oltre 23.000 annunci riguardanti tablet pc clonati, oggetto di contraffazioni sospette o venduti sul mercato grigio, nonché oltre 6.600 siti abusivi di cybersquatting che generano oltre 75 milioni di visite all’anno. La vendita di tablet è in espansione e su questo si attivano i “pirati di marchi”, muovendosi fra prodotti clonati, contraffazioni sospette e mercato grigio.

La ricerca ha identificato 15 produttori di tablet clonati e quasi 8.000 singoli venditori, compresi 766 venditori all’ingrosso di tablet di sospetta contraffazione. Nel 20% dei casi, l’annuncio utilizza termini protetti da marchio per far sì che i consumatori alla ricerca di prodotti originali ottengano risultati dove i tablet clonati appaiono accanto a quelli originali. Per gli articoli di sospetta contraffazione spesso si cerca un’associazione con i marchi legittimi. I tablet spesso vengono proposti usando fotografie dei prodotti di marchio originali negli annunci senza citare il marchio e, in alcuni casi, sfuocando il nome del marchio nelle foto.

Un altro indizio che potrebbe trattarsi di una possibile contraffazione è il periodo di disponibilità del prodotto, specialmente quando questo viene offerto un mese prima del periodo di effettiva disponibilità e a un prezzo notevolmente inferiore, anche del 50%, rispetto al prezzo dei prodotti originali.

Sostiene Jerome Sicard, Regional Manager Southern Europe di MarkMonitor:  “Con l’arrivo della stagione dello shopping natalizio, i consumatori devono fare attenzione a chi utilizza abusivamente il nome di un marchio nascondendosi in piena vista, mentre le aziende titolari di marchi devono essere estremamente vigilanti per scoraggiare coloro che cercano di trarre profitto a loro spese.”

Comments are closed.