Osservatorio: calcio in diretta sul divano di casa, le migliori offerte della pay tv

La pay tv ormai è molto diffusa nelle case degli italiani e gli operatori che la gestiscono si sfidano a colpi di offerte per cercare di conquistare porzioni sempre più grandi della clientela. Questo non può che costituire un vantaggio per il telespettatore a cui basta semplicemente confrontare l’offerta Mediaset Premium e i pacchetti Sky per trovare quanto gli interessa al prezzo più conveniente. Ovviamente la convenienza di queste promozioni deve sempre essere valutata sulla base delle proprie esigenze e dell’uso che probabilmente si farà di questo servizio.

Molti degli utenti che si decidono di abbonarsi alla pay tv sono spinti soprattutto dal desiderio di poter vedere lo sport, in particolar modo il calcio. Anche in questo caso per trovare l’offerta che più si adatta alle nostre esigenze è necessario confrontare le proposte degli operatori. Tuttavia, prima di iniziare questa operazione, è bene chiedersi come e quando potremmo assistere al calcio in tv.

Valutare il proprio stile di vita è quindi fondamentale per scegliere il contratto più adatto: abbonamento, pay per view oppure tv on demand? È evidente che la scelta, ardua per chi si avvicina per la prima volta a questo servizio, deve essere consapevole e ponderata, per evitare di pagare per un servizio che magari non possiamo sfruttare appieno.

L’abbonamento è sicuramente indicato per chi ha la possibilità di stare a casa la maggior parte della volte che ci sarà una partita in tv. Acquistandolo, infatti, si ha diritto a vedere tutte le partite del campionato in diretta: è evidente che chi non ha uno stile di vita “regolare”, perché magari lavora facendo dei turni serali o nei week end, non usufruirà pienamente di questo acquisto.

La tv pay per view, invece, consente di acquistare quando si vuole un singolo contenuto, per esempio una partita, e vederlo in tempo reale: è quindi ideale per chi non sta sempre in casa, ma comunque ha degli orari che gli consentono di assistere alle dirette degli incontri.

Infine, abbonandosi alla tv on demand si ha diritto all’accesso ad una piattaforma, dalla quale si possono scegliere i contenuti da vedere, anche e soprattutto in differita: è quindi ideale per chi sa di non poter assistere alle partite in diretta, ma non vuole comunque rinunciare a vederle.

Chiariti questi punti, proviamo ora a fare un confronto tra le varie offerte Sky e Mediaset Premium, utilizzando il portale di comparazione SuperMoney. Supponiamo di voler vedere solamente il calcio, sia la serie A che le coppe europee.

L’offerta più conveniente al momento è quella di Mediaset Premium: il pacchetto prevede la possibilità di vedere, oltre al calcio, anche le serie tv e i documentari e costa 309 euro l’anno. Il canone mensile, quindi, sarà di 22,5 euro, a cui bisogna aggiungere un costo di attivazione di 39 euro. Nel pacchetto non è incluso il decoder che permette di vedere il digitale terrestre, che quindi dovrà essere già in possesso del cliente.

Se non si è in possesso del decoder si può acquistare lo stesso pacchetto e includervi il decoder HD: in questo caso il canone mensile sarà di 28,5 euro (401 euro annui), più il costo di attivazione di 39 euro e il costo di installazione che ammonta a 20 euro.

In entrambi casi è incluso nell’offerta Premium Play, il servizio di tv on demand. Infine, per il momento, non è stata prevista una scadenza per questa promozione.

Abbonamento Sky, invece, offre i pacchetti Sky TV, Sky Sport, Sky CalcioSky TV, Sky Sport, e Sky Calcio con un canone mensile di 39 euro (487 euro annui). Sono inclusi nell’abbonamento il decoder standard e il servizio di Sky GO, che permette di vedere i contenuti acquistati anche sui dispositivi mobili. Non ci sono costi di attivazione, ma bisogna preventivare una spesa di 20 euro per l’installazione del decoder.

Se invece si preferisce avere un decoder My Sky HD si può scegliere lo stesso pacchetto, ma in questo caso le spese di installazione saranno di 59 euro e mentre il canone mensile ammonterà sempre a 39 euro, per un totale di 527 euro all’anno.

Anche in questo caso è incluso nell’offerta il servizio Sky GO. In entrambi i casi, il vincolo con l’operatore ha validità annuale. Infine, anche per questa promozione non è prevista una scadenza.

Qualunque opzione si scelga, ricordiamo sempre che è buona abitudine leggere con attenzione il foglio informativo, così da verificare la presenza di eventuali costi aggiuntivi, per esempio per il noleggio del decoder.

Comments are closed.