Pubblicità Progresso, Sky Italia e San Marino RTV nuovi soci della Fondazione

C’è chi non si accontenta dei canali tradizionali quando guarda la tv, perché i programmi sono sempre gli stessi e ogni tanto si ha voglia di cambiare. E’ per questo che spesso si decide di passare alla tv a pagamento, che senz’altro ha una più vasta scelta di contenuti, e quindi si mettono le tariffe pay tv a confronto per capire, in base ai propri interessi, quale prodotto è il migliore.

La Fondazione Pubblicità Progresso può contare oggi su due nuovi protagonisti: l’emittente leader nel campo della pay tv italiana Sky Tv  e il canale nazionale San Marino RTV, dopo che Sky aveva già fatto un accordo con la BBC per rendere accessibile dai suoi decoder OTT TV. A sostenere la Fondazione Pubblicità Progresso vi è oggi un lungo elenco di soci promotori, tra cui abbiamo  UPA, ASSIRM, AssoComunicazione, UNICOM, AAPI, FIEG, Publitalia ’80 (gruppo Mediaset), Rai e IAP. Forte del successo commerciale e dell’accresciuto seguito di pubblico (soprattutto per i nuovi programmi generalisti, sia sulla piattaforma pay tv, che sul canale in chiaro Cielo), Sky si aggiunge al gruppo, insieme al canale istituzionale della Repubblica del Monte Titano.

Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso ha così commentato la novità: “Con vivo piacere accogliamo l’ingresso nella compagine societaria della nostra fondazione di due importanti protagonisti del mondo dei broadcaster. Siamo certi che si coinvolgeranno non solo con l’offerta di spazi gratuiti per le nostre campagne, ma  anche con la riproposizione dei nostri contenuti nei servizi giornalistici e nei programmi”.

Le prime campagne potrebbero essere inaugurate già in vista del Natale, visto che il lavoro, come spiega Contri, non manca: “Le occasioni non mancheranno, visti i progressi dei nuovi progetti internazionali come il network ISAAC da noi costituito (International Social Advertising Associations and Councils…) e le novità previste per la prosecuzione della campagna donazione organi che coinvolgerà molte università italiane, prevede la realizzazione di apposite app per iPad e il coinvolgimento del mondo dei fumetti”.

 

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Comments are closed.