Samsung, dopo gli smartphone esplodono le lavatrici

Ancora guai in vista per Samsung. Dopo il ritiro dei modelli dello smartphone Note 7 a pochi giorni dello sbarco sui mercati occidentali per via di difetti alla batteria che ne provocavano l’esplosione, questa volta ad andare in tilt sono le lavatrici. La Consumer Product Safety Commission (CPSC) ha diramato un avviso facendo sapere che i problemi interessano alcuni modelli di lavatrici (non si sa ancora con esattezza quali) prodotte tra marzo 2011 e aprile 2016. Anche Samsung in una nota spiega che sta lavorando con le autorità per risolvere potenziali problemi di sicurezza. Secondo alcune fonti stampi (Bbc) il problema dell’esplosione degli elettrodomestici dovrebbe riguardare solo quelli venduti in Nord America.

Dalla casa coreana fanno sapere che “In rari casi, nelle unità interessate potrebbero verificarsi vibrazioni anomale che potrebbero comportare un rischio di lesioni personali o danni alle cose nei lavaggi di biancheria, oggetti ingombranti o resistenti all’acqua”. Intanto, lo scorso mese è stata avviata una class action contro Samsung accusata di essere da tempo informata del problema ma di non avere preso le dovute contromisure per mettere in guardia i consumatori.

Comments are closed.