Sky, fatturazione a 28 giorni. UNC chiede intervento all’Antitrust

Dopo la modifica (da mensile a settimanale) della periodicità delle bollette operata dalle società telefoniche, anche Sky invierà la fattura ogni 28 giorni. Dal primo ottobre, infatti la fatturazione avverrà ogni 4 settimane, con un aumento, per gli abbonati, pari a circa l’8,6%. La modifica unilaterale del contratto operata dall’azienda pone gli utenti di fronte ad un “aut aut”: o accettano le nuove modalità di fatturazione, oppure sono liberi di recedere dal contratto senza penali fino al 30 settembre.

La notizia era arrivata nel mese di luglio, suscitando la reazione immediata delle associazioni dei consumatori, al punto che l’Unione Nazionale Consumatori aveva presentato un esposto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

Ridurre il periodo di fatturazione da 30 a 28 giorni significa far pagare ai consumatori una mensilità in più ogni anno”, rimarcano dall’associazione. La fatturazione ogni 4 settimane invece che ogni mese, non solo pesa sui bilanci familiari, ma rende anche difficoltosa la comparazione delle offerte. Inoltre, come denunciano molti consumatori che hanno scritto all’Unc, Sky Italia avrebbe adottato pratiche volte a rendere difficoltoso il recesso di quanti hanno deciso di sciogliersi dal contratto a seguito della variazione.

Trovo inaccettabile atteggiamenti come questo in particolare posti in essere da imprese che fanno della vicinanza ai consumatori un vanto”, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’UNC, che parla di “manifestazione di una cattiva etica di impresa che sta prendendo piede”.

L’Unione Nazionale Consumatori auspica che l’Autorità intervenga tempestivamente per arginare questo fenomeno. “D’altra parte”, conclude il presidente Dona, “ribadiamo l’urgenza di un intervento coordinato con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) alla quale abbiamo richiesto di integrare la delibera n.121/17/Cons del marzo scorso che ha imposto la fatturazione mensile (e non a 28 giorni) per la telefonia fissa”.

 

Notizia pubblicata il 07/09/2017 ore 17.09

3 Commenti a “Sky, fatturazione a 28 giorni. UNC chiede intervento all’Antitrust”

  1. tonino ha detto:

    Cliente da sei anni.

    Non trovo corretto questo comportamento dalla azienda verso il proprio cliente senza aver dato questa informazione di cambiamento contratto abbonamento con una telefonata.
    Aggiungo questa cosa vergognosa ” Sky Italia avrebbe adottato pratiche volte a rendere difficoltoso il recesso di quanti hanno deciso di sciogliersi dal contratto a seguito della variazione.” Questo succede perché in Italia ognuno tira l’acqua al suo molino. Complimenti al vostro comportamento.

    Spero intervenga l’unione consumatori….Almeno loro…!

  2. Giuseppe ha detto:

    Io penso che le persone possano fare la differenza in questa situazione, nel mio piccolo mi sono cancellato da Sky dopo 8 anni e sono passato a streaming come netflix, certo il servizio non è paragonabile, ma questi giganti devono capire solo con la perdita di denaro che stanno frodando, cambiare la policy sui pagamenti e una truffa bella e buona. Segnalo anche che Coop Voce ha ancora i 30 giorni di abbonamento telefonico con ottime condizioni.
    Non abbiate paura a togliere Sky o cambiare gestore telefonico, se noi non abbiamo paura, cominceranno ad avere paura loro. La storia lo insegna.

  3. Michele ha detto:

    Certo che se sky parte il primo di ottobre e nessuno si è ancore mosso seriamente stiamo freschi no?