Osservatorio: cellulari, riciclarli aiuta la natura e i paesi emergenti

In virtù del fatto che le ultime promozioni lanciate dalle compagnie di telefonia mobile consentono di acquistare, a prezzi più accessibili, dispostitivi top di gamma, il numero di persone che si lasciano tentare da una simile opportunità e investono tempo nel comparare le tariffe cellulari più convenienti è aumentato in modo significativo.

 

Va sottolineato però che un vecchio cellulare, sostituito da uno all’ultimo grido, finisce in disuso per lungo tempo e questo si configura come uno spreco sotto diversi aspetti. In pochi infatti sono a conoscenza del fatto che riciclare i vecchi telefoni cellulari aiuta la natura e i Paesi emergenti: l’organizzazione umanitaria COOPI (Cooperazione Internazionale) ha infatti promosso un interessante programma che coinvolge proprio i vecchi dispositivi ormai inutilizzati.

 

Grazie al programma lanciato da COOPI, onlus che si impegna in una serie di attività benefiche, e grazie al sostegno di una serie di partner specializzati nel settore della telefonia, sarà possibile recuperare i vecchi cellulari così da utilizzare una risorsa che altrimenti andrebbe persa. I dispositivi saranno valutati in base allo stato di salute e saranno riparati se necessario, saranno utilizzati ancora se funzionanti oppure saranno smaltiti in modo ecologico e rispettoso delle norme. Il ricavato di queste operazioni sarà poi destinato ai progetti COOPI in favore dell’ambiente.

 

Chiariamo meglio l’iniziativa. Il progetto COOPI prevede la raccolta di soli telefonini, dunque non accessori come custodie, auricolari, caricabatterie, e così via.  E’ sufficiente spedirli, oppure portarli di persona presso la sede di Via De Lemene, 50 Milano (cap 20151) oppure presso Comprocellulari, casella postale 107 Basiglio in provincia di Milano (cap 20080). Interessante anche l’invito rivolto da COOPI ai titolari di aziende: se si è titolari è possibile coinvolgere i dipendenti invitandoli a donare il vecchio cellulare. Si potrà richiedere l’apposito raccoglitore che sarà periodicamente svuotato da un incaricato.

 

Ma non è finita qui. COOPI infatti offre la possibilità di pubblicizzare l’iniziativa sul sito della propria società inserendo un banner informativo sulla campagna: si otterrà anche visibilità sul sito COOPI nell’elenco delle aziende collaboratrici. Insieme al sito di vendita di telefonini Comprocellulari.it, altro protagonista dell’iniziativa è SHP Limited, una società inglese leader nel settore del riciclo dei cellulari che è stata scelta per la rigenerazione e la rivendita dei telefoni nei paesi in via di sviluppo.

 

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Comments are closed.