Telecom, Antitrust chiude istruttoria: nessun abuso posizione dominante

Telecom non ha ostacolato la partecipazione dei concorrenti alle gare per l’affidamento dei servizi di telefonia, quindi non c’è abuso di posizione dominante. E’ quanto ha concluso l’Antitrust chiudendo la procedura di infrazione avviata a maggio 2010 su segnalazione di Fastweb. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha accettato gli impegni presentati da Telecom Italia, reputati idonei a superare le criticità concorrenziali contestate.

Gli impegni, resi vincolanti dall’Autorità fino a quando Telecom manterrà la posizione dominante sui mercati dell’accesso all’ingrosso, arricchiscono il set di informazioni e servizi di cui i concorrenti di Telecom (c.d OLO, Other Licenced Operators) potranno disporre per formulare le proprie offerte nell’ambito di gare bandite da grandi clienti pubblici e privati, e forniscono alcune nuove garanzie in materia di parità di trattamento interno-esterno.

Secondo l’Antitrust questi impegni Telecom integrano l’insieme delle informazioni a disposizione degli OLO e forniscono nuovi strumenti per la predisposizione delle offerte di gara. Telecom dovrà informare entro 3 mesi  l’Autorità delle azioni intraprese per rispettare gli impegni assunti.

 

 

Comments are closed.