Teleselling scorretto, TeleTu nel mirino dell’Antitrust

Stop alle procedure di attivazione e fatturazione ingannevoli. L’Antitrust, sulla base di numerose segnalazione giunte da parte di consumatori, ha giudicato del tutto inadeguate le misure fino ad oggi adottate da TeleTu per contrastare le condotte scorrette messe in atto dal gestore attraverso società da essa incaricate di svolgere attività di teleselling: in particolare i call center avrebbero fornito informazioni inesatte agli utenti contattati per telefono sulle caratteristiche ed i costi delle offerte commerciali, arrivando anche a stipulare contratti con nuovi clienti senza avere il necessario consenso ovvero attivando servizi non richiesti.Solo nel 2011 sono stati ben 23.000 i reclami ricevuti dall’Autorità che, in attesa di completare l’istruttoria, ha disposto che la società dovrà tempestivamente adottare ogni strumento utile a verificare l’esistenza di una espressa volontà nei casi contestati, predisponendo una dettagliata relazione all’Autorità.

 Assoutenti ricorda che TeleTu è già stata sanzionata dall’Antitrust per comportamenti analoghi: nel 2009 ha ricevuto una sanzione pari a 130mila euro.

 

Comments are closed.