Wind-3Italia, completata la fusione tra i due operatori

Scatta la fusione tra Wind e 3Italia, che da oggi sono controllate dalla joint venture di CK Hutchison e VimpelCom. L’unione arriva dopo l’ok della Commissione UE, quello, necessario ma non vincolante, dell’Agcom e il “Sì” da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.
Maximo Ibarra, l’attuale amministratore delegato di Wind, guiderà la società, affiancato da Dina Ravera (Merger Integration Officer) e da Stefano Invernizzi a capo delle finanze. Vincenzo Novari, numero uno di 3 Italia, assumerà invece l’incarico di Special Adviser di CK Hutchison.

Cambia, così, sensibilmente il settore della telefonia mobile in Italia, aprendo lo spazio a un nuovo scenario. Con la fusione delle due aziende, CK Hutchison e VimpelCom intendono creare un “operatore nuovo, forte e competitivo sul mercato con oltre 31 milioni di clienti nel mobile e 2,7 milioni nel fisso. La nuova azienda, inoltre, si posizionerà sul mercato come un operatore integrato, anche grazie alla collaborazione con Enel Open Fiber”.

“Oggi è un grande giorno per lo sviluppo dell’economia digitale in Italia. Questa operazione non solo darà vita ad un operatore nuovo e competitivo, ma genererà investimenti significativi che guideranno lo sviluppo dell’infrastruttura digitale del Paese”, ha commentato, secondo quanto riportato da fonti stampa, Canning Fok, Co-Managing Director di CK Hutchison.

“La nuova azienda, la sua squadra di manager e il suo sistema di governance sono pronti ad aprire una nuova era di servizi di telecomunicazioni in Italia”, ha aggiunto Jean-Yves Charlier, Chief Executive Officer di VimpelCom. “Nel 2017, non appena le due compagnie integreranno le proprie reti e condivideranno il loro know how tecnologico, i clienti beneficeranno di una migliore qualità del servizio e di una rete dati ancora più performante”.

Un commento a “Wind-3Italia, completata la fusione tra i due operatori”

  1. NINO ha detto:

    DUBITO MOLTO CHE LA FUSIONE PORTERA’ AD UNA MAGGIORE CONCORRENZA FRA I GESTORI DEL MOBILE.
    SUPERATO IL MOMENTO DI LANCIO CON OFFERTE INTERESSANTI LA BASE NON CAMBIA PERCHE’ I CONTRATTI RESTANO UNILATERALI E CONTINUERANNO,COME HANNO SEMPRE FATTO: ” ACCETTI LE NUOVE CONDIZIONI O VAI DA UN’ALTRA PARTE” . L’altra parte ha già fatto cartello con i gestori telefonici e non troverai nessun vantaggio a cambiare gestore. SOLITA MUSICA !