Cartello su Smart Card, sospetto dell’Antitrust europeo

Bruxelles sospetta di un cartello delle Smart Card, quelle che usiamo ogni giorno ormai per telefonare (nei cellulari) per pagare (in bancomat e carte di credito) e anche per essere identificati (nelle carte d’identità): l’Antitrust europeo ha inviato “ad un certo numero di produttori”, su cui per ora mantiene il riserbo, il suo parere preliminare sul sospetto che abbiano creato un cartello contrario alle normative Ue.

In particolare si parla di violazione dell’articolo 101 del Trattato sul funzionamento dell’UE e dell’articolo 53 del Trattato sull’EEA, che vietano i cartelli e le pratiche restrittive della concorrenza. La Commissione Europea ricorda che ha già tentato una soluzione negoziale con le società coinvolte, ma non ci sono stati progressi su questo fronte. Ora Bruxelles andrà avanti con le normali procedure Antitrust, posto che la notifica di oggi non pregiudica gli esiti delle indagini.

Comments are closed.