Frequenze televisive, MSE rilascia diritti d’uso definitivi delle frequenze

Sono 19 in tutto le frequenze televisive rilasciate alle emittenti nazionali: 16 in DVBT (4 a Rai, 4 a Mediaset, 3 a Telecom Italia Media e 5 ad altri soggetti) e  3 in DVBH. A queste se ne aggiungeranno altre 6, che saranno assegnate secondo la gara a offerta economica recentemente stabilita dal Governo (ex beauty contest). In queste ore il Ministero dello Sviluppo economico sta inviando agli operatori di rete televisivi nazionali e locali i provvedimenti relativi all’assegnazione dei diritti d’uso definitivi delle frequenze televisive.

Per legge, infatti, i titoli provvisori devono essere trasformati in definitivi entro il 30 giugno 2012, in coincidenza con il passaggio al digitale su tutto il territorio nazionale. La durata prevista dei diritti d’uso, come per altri settori delle Tlc, è di 20 anni, per consentire l’ammortamento degli investimenti necessari per la valorizzazione delle infrastrutture che operano su tali frequenze. Lo Stato potrà comunque apporre limitazioni, condizioni e obblighi sulle frequenze date in uso, anche in seguito a disposizioni comunitarie che dovessero essere emanate in materia, a deliberazioni adottate dall’Autorità nonché ad atti e provvedimenti emanati dal Mise.

Per questo è previsto che il diritto d’uso possa esercitarsi su frequenze diverse da quelle assegnate, che consentano un’eguale capacità trasmissiva. Con l’assegnazione dei diritti d’uso e il completamento, avvenuti negli scorsi giorni, della transizione alla tv digitale, prosegue il processo di razionalizzazione ed efficientamento dello spettro italiano previsto dalla normativa vigente. In questo modo l’assetto frequenziale potrà assumere un assetto più stabile e fortemente predisposto alle future innovazioni tecnologiche, che consentiranno al mercato televisivo di consolidarsi e svilupparsi ulteriormente.

 

Comments are closed.