Osservatorio Supermoney: per tablet di gamma possono bastare 22 euro al mese

Se questo Natale gli italiani vorranno regalarsi un tablet top di gamma, potranno farlo spendendo solo 22 euro al mese. Lo affermano i dati raccolti dall’Osservatorio SuperMoney riguardo alle offerte proposte a dicembre dai maggiori operatori. Il confronto ha preso in considerazione le tariffe che includono l’iPad Air da 64 Gb e il GalaxyTab 3 10.1, ovvero i migliori modelli attualmente offerti dai due maggiori concorrenti sul mercato, Apple e Samsung. Il risultato premia Tim, Vodafone e Wind come compagnie più convenienti, e il costo mensile dei pacchetti oscilla da un minimo di 22 a un massimo di 50 euro, a seconda del modello e dei Gb di traffico dati compresi. Il consumatore deve però stare attento ai vincoli contrattuali: per approfittare di queste tariffe, infatti, non bisogna cambiare operatore per 24 o 30 mesi.

Dall’analisi di Supermoney emerge che i pacchetti meno cari sono quelli col Galaxy incluso. Tim offre la proposta che costa meno, Tutto Tablet Start, a 22,4 euro al mese. Wind e Vodafone rispondono con prezzi leggermente più alti, ma con più Gb di navigazione al mese. Le rispettive tariffe, Mega Tablet e Tablet Fly, costano 25,8 e 29,1 euro, l’una con ben 10 Gb inclusi, l’altra con 7.

Le offerte per l’iPad Air costano di più e vedono alternarsi sul podio solo Tim e Vodafone. Tutto Tablet Start, anche qui prima classificata, prevede un prezzo mensile di 34,1 euro per 2 Gb di traffico. Segue la “sorella” Tutto Tablet Large, con 5 Gb e 39,1 euro al mese. Al terzo posto c’è Vodafone: Tablet Internet 1 anno costa 43,3 euro al mese e include 3 Gb di navigazione.

Tali tariffe consentono a molti di ammortizzare il costo del tablet, visto che i prezzi di listino sono di 779 euro per l’iPad Air da 64 Gb e di 469 euro per il GalaxyTab 3 10.1. Attenzione però: si tratta di pacchetti in abbonamento e, in quanto tali, prevedono un vincolo contrattuale di 24 o 30 mesi. “Gli italiani hanno una spiccata passione per la tecnologia e hanno imparato ad approfittare di questi pacchetti per pagare a rate il tablet o lo smartphone – commenta Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di Supermoney – Non tutti ancora, però, hanno chiare le condizioni contrattuali: le compagnie chiedono ai clienti di restare fedeli per almeno 24 mesi, e spesso il pagamento è possibile solo con addebito diretto su carta di credito o conto corrente. Visto che la scelta del tablet spesso non è solo legata al modello, ma soprattutto al prezzo – conclude Manfredi – il confronto delle tariffe si rivela l’arma più preziosa per i consumatori”.

Comments are closed.