Osservatorio: tv on demand, l’alternativa low cost e legale alla pay tv

I tempi cambiano e lo fanno sempre più rapidamente. Il web è ormai parte integrante in ogni aspetto della quotidianità e si integra sempre di più anche con le tecnologie più tradizionali. Mettere le pay tv a confronto alla ricerca del pacchetto più adatto ai propri interessi implica la necessità di effettuare valutazioni di carattere diverso che coinvolgono prezzo, canali proposti e oggi, in maniera sempre più rilevante, i servizi fruibili attraverso la connessione internet.

Un tempo, per la visione di un film, si sceglieva il preferito tra quelli trasmessi in prima serata dalla tv nazionale. Dopo l’espansione delle catene di noleggio, sono state lanciate anche le prime tv private a pagamento, come Sky e Mediaset Premium, i quali hanno intensificato sempre più l’ibridazione fra tv e rete. Grazie alla digitalizzazione e allo scarso controllo esercitabile sul web, si sono infine diffusi portali che consentono di guardare film in streaming.

Questi sono comodamente fruibili sul web ma sono illegali: questi contenuti sono infatti gratuiti perché violano tutte le norme sulla distribuzione e i diritti d’autore. Per questo entrambe le aziende italiane di pay tv – Sky, Mediaset Premium e molti altri operatori – hanno cercato di contrastare il fenomeno con un servizio di noleggio on demand, l’alternativa legale, e low cost, alla pirateria.

Per vedere un film disponendo di una scelta molto ampia, risparmiando rispetto ai costi di un tradizionale abbonamento pay tv completo e, soprattutto, senza sfruttare metodi illegali, ci sono due possibilità. La prima è quella di noleggiare un film online, pagando per ognuno di essi una piccola quota per i diritti di visione e scegliendo tra migliaia di possibilità presenti su database digitali. Per farlo si possono sfruttare – ad esempio – Apple Tv, Cubovision e Chili-Tv.

Non disperino tuttavia gli abbonati alla pay tv: la flessibilità dell’on demand è compresa anche nei pacchetti dei due principali player del settore. Parliamo di Sky On Demand e Mediaset Premium Play. Per entrambe le opzioni, i costi variano a seconda dei pacchetti acquistati e delle soglie massime di fruizione contenuti, ma la comodità di vedere film e altri programmi dove si vuole e quando si vuole resta invariata.

Comments are closed.