Eni, online il primo corso per conciliatori delle AACC

E’ online sul sito di Eni (www.eni.com), il primo corso di formazione per l’aggiornamento di conciliatori e operatori di sportello delle Associazioni dei consumatori. Un’occasione importante per sottolineare l’utilità, soprattutto in un momento di crisi economica, di strumenti di risoluzione extragiudiziale dei problemi quotidiani che affliggono gli utenti nel settore dell’energia. Il corso online è disponibile fino al 31 maggio nell’area riservata del sito e dopo continuerà ad essere accessibile agli operatori delle Associazioni dei Consumatori.

Si conclude così, un’altra tappa del cammino intrapreso da tempo da Eni, insieme alle Associazioni dei Consumatori, per migliorare costantemente la conciliazione come strumento semplice, rapido ed efficace, per la risoluzione extragiudiziale delle controversie nei settori gas ed elettricità. Il corso si sviluppa su 3 modalità formative: classica, con riprese dal vivo e tutorial, con interventi in video di formatori Eni e delle Associazioni dei consumatori; il superamento di un test finale che consentirà agli addetti, già formati nel settore gas, di poter utilizzare la conciliazione anche nel settore elettrico.

Eni è convinta dell’efficacia e della validità di questo nuovo progetto di formazione online, con il quale si incrementa ulteriormente il ventaglio di servizi messi già a disposizione delle Associazioni dei Consumatori.

Ovidio Marzaioli, responsabile energia del Movimento Consumatori, che ha partecipato al corso come formatore, spiega ad Help Consumatori: “Il video è stato ripreso dal vivo, durante uno dei nostri corsi di formazione per sportellisti e conciliatori ed è stata un’occasione interessante anche dal punto di vista multimediale, perché sono state messe in relazione diverse attività. Quella con Eni è stata una bella esperienza che ha permesso di allargare le possibilità dei nostri conciliatori e sportellisti, che per noi sono limitate ai tempi concordati e finanziati dall’Aeeg. Inoltre, il corso può essere un primo step di conoscenza per un argomento complicato come è quello della conciliazione nel settore dell’energia elettrica. E’ importante sottolineare il ruolo che svolge la negoziazione paritetica in un periodo tanto difficile come quello attuale che il Paese intero sta vivendo. Si tratta di un ulteriore strumento che si affianca alla giustizia ordinaria e va incentivato sempre più anche perché trasforma il rapporto tra azienda e consumatore da conflittuale a collaborativo”.

Marzaioli ha ricordato che le Associazioni dei consumatori, attraverso Consumers’ Forum, portano avanti un’attività di formazione dei conciliatori itinerante (al momento dell’intervista Marzaioli è in Campania, proprio per uno di questi corsi). “Da maggio a dicembre – ha concluso il responsabile energia del Movimento Consumatori – faremo altri 12 corsi di formazione conciliatori sempre nel settore dell’energia e poi in altri settori, con tutte quelle aziende che con noi hanno sottoscritto protocolli di conciliazione. Ricordiamoci che secondo i dati della Commissione Europea, in Italia per arrivare a sentenza definitiva, una causa media ci mette tra gli 8 e i 10 anni”.

Un commento a “Eni, online il primo corso per conciliatori delle AACC”

  1. NINO ha detto:

    OLtre a trovare soluzioni a reclami dei consumatori si dovrebbe sollecitare l’ENI ad emettere fatture facilmente leggibili dei consumi gas e luce.Interpretare una loro fattura è più difficile che tradurre la STELE DI ROSETTA