HC, l’informazione sempre più a misura dei consumatori

Help consumatori cambia pelle. Abbiamo rinnovato il sito e la grafica, ma soprattutto abbiamo arricchito le possibilità di intervento dei lettori, di rilancio delle notizie, di utilizzo dei social network.Questa scelta non è stata dettata da un banale rincorrere le mode, ma perché ritenevamo importante valorizzare sempre meglio e sempre più l’intenso lavoro fatto ogni giorno dalla redazione per costruire un unicum nel panorama dell’informazione consumerista e di servizio ai cittadini. Per quanto ci risulta HC è unico anche in Europa e sempre più istituzioni, aziende, cittadini ci chiedono di poterlo consultare, ci mandano comunicati stampa, proposte di interventi e interviste, segnalazioni di fatti meritevoli di attenzione.

Ormai ci avviamo all’ottavo compleanno e HC è una solida realtà. Abbiamo contribuito in questi anni a far circolare su tutto il territorio nazionale e in tutti gli ambienti quelle notizie che prima restavano spesso patrimonio delle singole associazioni a livello nazionale. Abbiamo offerto spazi e ribalta nazionale a progetti, iniziative, proteste e proposte della miriade di sedi locali delle associazioni.   Abbiamo svolto anche una delicata funzione di “ponte” fra il mondo delle aziende e quello delle associazioni, facendo circolare le ragioni degli uni e degli altri, a volte in polemica anche dura, a volte in modo complementare, sempre però con l’obiettivo di migliorare anzitutto il modo di vivere del cittadino consumatore e anche il modo di produrre e di commercializzare delle imprese.  

Qualche numero: HC ha quasi un milione di pagine consultate nell’ultimo anno; raggiunge con la sua newsletter 5 mila indirizzi email; ha quasi 3 mila lettori quotidiani, con picchi di 5/ 6 mila.

Abbiamo chiamato ad un certo punto HC “agenzia delle associazioni” perché abbiamo colmato un vuoto che c’era, di uno strumento informativo in cui poter trovare tutto quello che il mondo consumeristico produceva, dibatteva, cercava di porre all’attenzione delle istituzioni, dei mass media e della pubblica opinione.

Oggi possiamo dire con un certo orgoglio che chiunque voglia sapere cosa bolle nel consumerismo italiano, come agiscono e quali battaglie fanno le associazioni, quali sono le emergenze dei cittadini, non può ignorare HC. È questa la forza di HC e sarà la sua funzione nella nuova veste grafica che ha significato anche un potenziamento dei servizi di diffusione on line.

Non posso chiudere senza ringraziare pubblicamente, oltre alla redazione che in questi anni con mille sacrifici e grande competenza ha costruito HC, anche Alessandra Piloni, presidente della Cooperativa Consumedia che da alcuni anni gestisce la testata. Alessandra ha assicurato in questi anni un rigore amministrativo e contabile, con mille salti mortali per le ricorrenti difficoltà economiche, oltre al valore aggiunto della sua elevata competenza in comunicazione che ne ha fatto il migliore interlocutore per tutti gli stakeholders, a partire dalle associazioni e dalle imprese che hanno contribuito in vario modo alla sopravvivenza economica di HC. Da gennaio Alessandra si dedicherà ad altro qualificante impegno professionale, restando sempre nel mondo consumeristico. A lei un grazie sincero e un augurio di buon lavoro.

A tutti voi un buon 2012 e una buona lettura del nuovo HC.

Il Direttore

Antonio Longo          

Comments are closed.