Sars, allarme nuovo virus dagli Emirati Arabi: in Italia nessun caso

L’allarme nuova Sars si allarga anche all’Europa: il virus che si è diffuso negli Emirati Arabi ha contagiato 30 persone e causato 18 vittime; due i casi registrati in Francia. In Italia, ad oggi non è stato segnalato nessun caso sospetto e il Ministero della Salute assicura che è già attiva una rete di sorveglianza delle gravi infezioni respiratorie acute (SARI) e delle sindromi da distress respiratorio acuto (ARDS) che coinvolge gli uffici periferici del Ministero e le strutture regionali.

Inoltre, è presente una Rete nazionale per la gestione della sindrome da insufficienza respiratoria acuta grave da polmoniti, con eventuale utilizzo della terapia ECMO. La situazione è costantemente monitorata dal Ministero che è in continuo contatto con l’OMS e l’ECDC e pubblica tempestivamente ogni nuovo aggiornamento sul suo Portale.

Intanto l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha chiesto agli stati di aumentare l’attenzione nei confronti del coronavirus responsabile della “nuova Sars”, che si trasmette da persona a persona, ma con contatti stretti come quelli familiari. Non si consigliano “particolari misure di protezione speciale nei punti di ingresso dei viaggiatori dall’estero e non raccomanda misure di restrizioni di viaggio o di commercio”. Con una nota l’Oms si incoraggia però l’osservazione sulle infezioni respiratorie acute, analizzando attentamente eventuali casi insoliti. “Gli operatori sanitari sono invitati a essere vigili sulle condizioni di salute dei viaggiatori di ritorno dalle zone colpite dal virus”, in particolare, precisa l’organizzazione mondiale della Sanità, coloro che sviluppino infezioni delle vie respiratorie inferiori.

E’ da precisare che in Francia il primo caso di contagio del virus riguarda un uomo rientrato da una vacanza a Dubai, il secondo riguarda una persona che era stata a stretto contatto con il primo paziente.

Comments are closed.