Tim: ecco le agevolazioni per le aree colpite dal sisma

Numerose le misure e le azioni messe in campo, sin dal primo momento, da TIM a supporto dei clienti del Centro Italia colpiti dai ripetuti eventi sismici del 2016 e del 2017 in qualità di gestore di servizi essenziali e parte del sistema nazionale di Protezione Civile (legge 225/92), per assicurare alla propria clientela le azioni richieste per la gestione dell’emergenza.

Le iniziative adottate dalla società a favore della clientela a ridosso dell’emergenza e prorogate a seguito dei successivi eventi, hanno riguardato azioni sulla fatturazione e gestione del credito oltreché specifiche azioni commerciali ed iniziative di solidarietà.

Il perimetro di azione delle agevolazioni adottate ha riguardato, dapprima, i Comuni individuati nel Decreto del 2 settembre 2016 per il sisma del 24 Agosto, in seguito, con i successivi eventi sismici del 26 e 30 ottobre 2016,  le agevolazioni sono state estese agli ulteriori Comuni indicati nel Decreto L.gsvo n. 189/2016. Con l’ultimo evento sismico del 18 gennaio 2017, cui ha fatto seguito l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio del 20 gennaio 2017 ed il successivo Provvedimento AGCom dell’8 febbraio recante misure urgenti per le popolazioni colpite dal sisma, sono state prorogate in continuità le agevolazioni già previste per i comuni colpiti in precedenza, per un periodo di ulteriori sei mesi a partire dalle date in cui si sono verificati gli eventi sismici.

Nel dettaglio le agevolazioni:

  • sospensione della fatturazione per le abitazioni inagibili nei comuni maggiormente colpiti;
  • dilazione e/o posticipo dei termini di scadenza delle fatture emesse in concomitanza o successivamente agli eventi sismici;
  • sospensione di tutte le azioni gestionali del credito;
  • sospensione, su richiesta cliente, del servizio telefonico per le linee riconducibili a situazioni di inagibilità permanente o prolungata;
  • trasloco, subentro e attivazione gratuita della linea telefonica, cessazione della linea telefonica in esenzione costi.

A seguito dello stato di emergenza neve verificatosi a gennaio in concomitanza con il nuovo evento sismico del 18 gennaio u.s., l’Azienda, nelle ore immediatamente successive alla calamità, ha erogato 2GB di internet gratuiti alla clientela di telefonia mobile residente nei 41 comuni maggiormente colpiti in tale ultimo evento (provincia di Teramo e de L’Aquila).

Per tutta la clientela residente nei territori colpiti, è stato predisposto un canale telefonico di assistenza dedicata raggiungibile chiamando il Servizio Clienti 187 e 191 e tutti gli addetti dei Servizi di Assistenza Clienti (187, 119 e 191), fortemente sensibilizzati in ordine alle esigenze manifestate dalla clientela residente nei territori colpiti dal sisma, assicurano l’adeguato supporto alle diverse esigenze e richieste di informazioni presentate dalla clientela in base alle azioni individuate. I canali Social hanno seguito costantemente l’evolvere degli eventi e delle correlate operazioni di ripristino delle linee e forniscono supporto alla clientela per tutte le problematiche/esigenze anche di caring. Le agevolazioni possono sempre essere concesse – su richiesta cliente – in tutti i casi di comprovata situazione di inagibilità dell’immobile contattando il Servizio Clienti linea fissa 187 e 191.

TIM  ha messo in campo, infine, anche una serie di iniziative solidali sin dalla prima gestione dell’emergenza partecipando a Campagne di donazione tramite raccolta fondi telefonica (numero solidale 45500), rimasto attivo fino al 14 febbraio 2017, e mettendo a disposizione la piattaforma di crowdfunding “With you we do” a favore dell’iniziativa “un aiuto subito” (www.unaiutosubito.org), per consentire ai donatori di utilizzare anche la carta di credito in maniera facile e veloce. La campagna chiuderà a fine marzo.

Tutte le informazioni di cui sopra sono pubblicate per esteso nei siti web aziendali tim.it e impresasemplice.it accessibili dal link specifico “Emergenza Sisma”.

Comments are closed.