Amianto, a rischio decine di dipendenti del Maggio musicale. Asso-Consum pensa a class action

Sono decine i lavoratori a rischio di patologie da contatto con l’amianto. L’ultima vicenda di cronaca è quella che ha coinvolto un ex dipendente del Maggio musicale di Firenze, che dal 1970 al 1998 ha lavorato come operaio nel teatro del capoluogo toscano ed ora è affetto da una grave malattia polmonare.

L’uomo ha sporto denuncia poiché i medici ritengono che la sua patologia dipenda dal contatto con l’amianto. Asso-Consum ritiene che sia necessario avviare un procedimento giudiziario che accerti le responsabilità di quanto accaduto: nel teatro comunale di Firenze erano infatti presenti grandi quantità di amianto e le operazioni di bonifica della struttura sono state avviate solo nel 1991.

La natura cancerogena dell’amianto è nota in tutto il mondo dagli anni Sessanta, ma l’operaio che ha presentato la denuncia riferisce di aver maneggiato a lungo la fibra senza alcuna protezione, respirandone per anni la polvere. Asso-Consum non esclude la possibilità di avviare un’azione collettiva di risarcimento.

“La salute e l’incolumità dei dipendenti del Maggio musicale sono state messe in grave pericolo ed è necessario che le persone coinvolte ricevano un indennizzo, poiché la tutela dei diritti dei lavoratori, primo tra tutti quello alla salute, è tra i principali requisiti di una società civile e democratica” – dichiara Daniela Perrotta, Presidente di Asso-Consum. 

Dipendenti ed ex dipendenti interessati sono pertanto invitati a contattare la sede provinciale di Firenze ai recapiti indicati sul sito web dell’Associazione (www.asso-consum.it) per avere ulteriori informazioni al riguardo”.

Comments are closed.