Andare in bici per salvaguardare portafoglio e linea

Il costo della benzina è alle stelle nonostante il Governo abbia ‘imposto’ ai gestori di abbassare i prezzi. Ma siamo sicuri che non esista un modo per risparmiare e mantenersi in forma? Esiste e l’arrivo della bella stagione lo rende più facilmente praticabile. Stiamo parlando della bicicletta, utile al portafoglio e alla linea. Ma non solo: con una bici ben attrezzata, tragitti di 5 km, spesso si riescono a percorrere più velocemente che non con macchina, treno o bus. Per acquistarla, ecco alcuni consigli forniti dalla Verbraucherinitiative (“Iniziativa Consumatori, Germania”).

– freni: freni a tamburo e freni a contropedale, proteggono dall’umidità e praticamente non richiedono manutenzione;

– ruote: pneumatici “imbucabili” proteggono da oggetti appuntiti e hanno una durata più lunga rispetto agli altri. I cd. pneumatici “a mongolfiera”, invece, hanno uno spessore che va dai 50 ai 60 mm e aiutano nell’ammortizzare tragitti irregolari;

– pressione: la giusta pressione nelle ruote aumenta il comfort e l’agilità del viaggio; il suo giusto valore di solito é indicato sul lato esterno della gomma;

– sospensioni: le sospensioni intere offrono più comfort alla schiena, ma fanno aumentare il peso della bicicletta e la necessità di manutenzione. Biciclette con sospensioni intere necessitano spesso di accessori particolari, se si vogliono installare ausili per il trasporto della spesa o sedili per bambini. A volte questi vengono già forniti insieme alla bicicletta;

– manubrio: i cd. manubri multifunzionali permettono varie posizioni di guida;

– altezza e lunghezza del telaio: dovrebbero essere adatti alla propria altezza;

– sella: una buona sella a gel serve a limitare la pressione nei tragitti lunghi;

– cambio: il cambio a catena permette di regolare in modo variabile e molto calibrato le marce, ma necessita di più cura ed è più soggetto a logoramento. Per tragitti più brevi si consiglia un mozzo.

Comments are closed.