Contro l’amianto una rete nazionale con Piemonte capofila

Mettere a punto, in relazione alle tematiche connesse alla individuazione, bonifica, smaltimento dell’amianto e alla tutela della salute, modelli di intervento ispirati ad un approccio integrato estensibile a tutta la realtà nazionale. E’ quanto ha ribadito il ministro della Salute, Renato Balduzzi, nel corso di un incontro incentrato sul problema amianto.Tenuto conto della rilevanza nazionale del problema, a cominciare dai siti di bonifica nazionale con particolare riferimento alla situazione di  Casale Monferrato, il Ministero della Salute e la Regione Piemonte in via preliminare studieranno le linee di un progetto centrato sulle diverse aree tematiche: prevenzione, sorveglianza, diagnosi precoce e presa in carico dei casi.

Tale progetto assumerà come riferimento la realtà piemontese, ma dovrà essere in grado di realizzare fin dall’inizio una rete nazionale per rafforzare a tutti i livelli le politiche di prevenzione, cura e di potenziamento della ricerca necessarie, secondo un approccio multidisciplinare e innovativo, costruendo un modello di intervento replicabile nelle aree del Paese maggiormente interessate dal problema amianto.

Comments are closed.