Emergenza sangue, appello ai donatori dal Centro Nazionale Sangue

C’è carenza di sangue in nove regioni, a causa soprattutto del maltempo e dell’influenza, lo afferma il Centro Nazionale Sangue, secondo quanto riportato dall’Ansa. Per questo motivo, secondo il Centro è necessario che i donatori si mobilitino su tutto il territorio nazionale.

Sono oltre 2600 le unità mancanti, afferma il Centro. Le maggiori criticità si registrano nel Lazio ma risultano carenti anche Abruzzo, Toscana, Campania, Basilicata, Liguria, Umbria, Marche, Lazio e Puglia.

“Le cause della carenza sono multifattoriali”, afferma Giancarlo Maria Liumbruno, direttore del Centro Nazionale Sangue, “ma sicuramente può aver inciso l’epidemia influenzale che, complice il calo delle vaccinazioni, ha già colpito molte più persone rispetto allo scorso anno, e si può ipotizzare che anche il maltempo stia tenendo a casa i donatori. La mobilitazione deve riguardare però tutte le regioni, non solo quelle che hanno carenze. L’autosufficienza per quanto riguarda il sangue, infatti, è sovraziendale e sovraregionale e in questi casi diventa vitale la compensazione coordinata tra regioni”.

L’Ansa riporta l’invito rivolto a tutti i donatori: “le Associazioni e Federazioni dei donatori di sangue”, sottolinea Aldo Ozino Caligaris, portavoce protempore del CIVIS (Coordinamento Interassociativo dei Volontari Italiani del Sangue), “devono intensificare la chiamata dei donatori periodici e associati”.

Comments are closed.