Eterologa, domani il decreto del ministro della Salute in CdM

verrà presentato domani al Consiglio dei ministri il decreto con cui il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, darà il via libera alla fecondazione eterologa nel nostro Paese dopo la decisione della consulta che ha dichiarato anticostituzionale la legge 40. Si tratta – come detto dal ministro – di un unico articolo mentre le linee guida verranno in un momento successivo. Già chiaro l’indirizzo del Ministro: la fecondazione eterologa rientrerà tra le prestazioni garantite dal servizio sanitario nazionale e non sarà possibile operare nessuna scelta di ‘compatibilità’ ad esempio del colore della pelle. O almeno, non sarà nessun decreto del ministro della Salute che darà questa facoltà ai futuri genitori.

“Condividiamo la priorità data alla tutela della salute e alla sicurezza di tutta la pratica medica, attraverso sistemi di tracciabilità europei, la creazione di percorsi di informazione e consenso informato e le garanzie di anonimato, di gratuità e di volontarietà delle donazioni. Ci auguriamo che il Parlamento lo approvi senza indugi”, ha commentato Maria Paola Costantini, referente Politiche sulla PMA di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato.

Comments are closed.