Antistaminico in gocce, di nuovo in farmacia (ma con ricetta non ripetibile)

Il Tinset gocce, un antistaminico usato per alleviare il prurito in caso di asma, allergie, dermatiti su base allergica, è nuovamente disponibile nelle farmacie ma con una novità. Per l’acquisto, infatti, oggi è necessaria la ricetta medica non ripetibile. Ciò significa che d’ora in poi la prescrizione del medico, su carta intestata bianca, potrà essere usata per un solo acquisto e verrà ritirata dal farmacista. Quest’ultimo oltre al medicinale dovrà consegnarti anche un opuscolo contenente le informazioni utili per usarlo e conservarlo in modo corretto, ma soprattutto per evitare il rischio di un sovradosaggio.A maggio la casa farmaceutica che lo produce aveva ritirato dal commercio a titolo cautelativo tutti i lotti della formulazione in gocce 2,5% (25mg/ml). Il motivo: un problema di stabilità della soluzione che potrebbe influenzare l’attività del conservante (non un problema di sicurezza del principio attivo oxatomide).

Cosa fare con le vecchie confezioni? Secondo Altroconsumo, se si possiedono delle vecchie confezioni è bene portarle in farmacia per lo smaltimento soprattutto se aperta da più di due mesi. L’Associazione ricorda, inoltre, di utilizzare sempre con cautela il farmaco: per evitare rischi di sovradosaggio nei bambini che assumono Tinset gocce (a base di oxatomide) è fondamentale conoscere alcune regole d’uso. Tinset non deve mai essere somministrato ai bambini al di sotto di un anno e a quelli che soffrono di gravi problemi al fegato (insufficienza epatica grave). E’ il medico a decidere quante gocce vanno date: non decidere autonomamente e, in caso di dubbio, contatta il medico o il farmacista. Usa solo il contagocce contenuto nella confezione del medicinale: non usare cucchiai o contagocce diversi.

Comments are closed.