Case farmaceutiche, Commissione UE interviene per aumentare concorrenza

Bruxelles interviene in campo farmaceutico, contro la concorrenza sleale di alcune aziende. A seguito dell’indagine avviata dall’Antitrust europeo nel 2008, e conclusa l’anno successivo, la Commissione UE ha adottato alcune raccomandazioni contro le case farmaceutiche in particolare nei casi che riguardano il citalopram, un antidepressivo, il perindopril, un farmaco cardiovascolare e il fentanyl, un antidolorifico.

Il terzo rapporto di monitoraggio della Commissione Europea sulla situazione dei brevetti in campo farmaceutico conferma che, nonostante sia aumentato il numero di brevetti scaduti, la proporzione di brevetti che potrebbero creare problemi alla concorrenza è diminuita rispetto al livello registrato al tempo dell’inchiesta Antitrust.

Comments are closed.