Farmaci, novità contro contraffazione e siti illegali

Importanti novità nel settore dei farmaci, grazie ai decreti legislativi approvati ieri dal Consiglio dei Ministri in attuazione delle direttive europee: “Il Ministero della Salute ha ora il potere di oscurare i siti che commercializzano illegalmente farmaci con obbligo di prescrizione o in violazione di legge grazie alle segnalazioni che arriveranno dai Nas e dagli altri organi di polizia e anche dall’Aifa”. Viene inoltre inserito un codice comunitario “per impedire la vendita di farmaci contraffatti”. Lo ha spiegato proprio il Ministro Beatrice Lorenzin ai margini del workshop sui farmaci personalizzati di Londra.“La vigilanza sui farmaci – ha precisato Lorenzin – è un passo avanti per il cittadino: viene riordinata tutta la normativa non solo per la parte medica ma anche per farmacisti e per i pazienti stessi che possono essere comunicatori di eventi avversi e anche segnalare i farmaci non attivi, cioé quelli che non funzionano”. I decreti prevedono nuovi obblighi sulle autorizzazioni per l’immissione in commercio e nei casi in cui si debba sospendere la commercializzazione di un medicinale.

Contro la contraffazione dei farmaci per uso umano viene inserito un codice comunitario “per impedire la vendita di farmaci contraffatti”. Altre novità per la vendita on line di quei farmaci che non hanno bisogno di prescrizione medica. Chiude il ministro: “Continua la strettissima collaborazione con il Nucleo antisofisticazione dei carabinieri, Nas, e con l’Aifa, che attraverso il Sistema nazionale di antifalsificazione, tuteleranno i malati dalle contraffazioni dei medicinali, impedendone l’immissione in commercio e la vendita”.

Comments are closed.