Federfarma: contro lo spreco i farmaci andrebbero distribuiti solo in farmacia

Contro gli sprechi Federfarma propone a Regioni e ASL che tutti i farmaci siano distribuiti nelle farmacie che assicurano  un monitoraggio costante e aggiornato dei consumi dei farmaci. La farmacia deve comunicare alla ASL l’avvenuta dispensazione al malato di ogni pezzo, seguendo la prescrizione del medico per periodi di terapia che non possono superare il mese.

Secondo la Federazione, le strutture sanitarie pubbliche che distribuiscono farmaci direttamente ai cittadini dispensano abitualmente grandi quantitativi di medicinali per evitare al paziente e alle famiglie troppi spostamenti, anche tenendo conto degli orari di apertura limitati delle strutture.

La proposta di Federfarma garantirebbe anche un risparmio economico per il SSN: infatti, il sistema per la gestione sanitaria integrativa on line (il sistema Web Care) di prodotti per il diabete, l’incontinenza, i pazienti stomizzati, i celiaci, ha già dato risultati  positivi nelle realtà che lo hanno attivato, assicurando al SSN un monitoraggio continuo dei consumi e permettendo risparmi.

Un commento a “Federfarma: contro lo spreco i farmaci andrebbero distribuiti solo in farmacia”

  1. costante ha detto:

    E della proposta ricorrente di passare al sistema anglosassone di fornitura al paziente di un numero di “pillole ” definito dal medico, invece che intere confezioni, cosa se ne è fatto?
    La lobby dei produttori di farmaci ha vinto in partenza?