Spending review, Medici proclamano stato d’agitazione

Si sapeva che sarebbe finita così. I medici di medicina generale hanno proclamato lo stato d’agitazione contro le disposizioni contenute nel decreto legge sulla Spending review. “I medici di medicina generale che la FIMMG rappresenta – scrive il segretario nazionale, Giacomo Milillo, in una lettera inviata al presidente del Consiglio e ai ministri competenti – ritengono che tale norma comporti disagi per i medici e i cittadini, gravi rischi di compromissione della qualità dell’assistenza e soprattutto mantenga livelli di responsabilità in capo al medico in presenza di una diminuzione di ruolo. La scelta del prodotto medicinale nella sua piena formulazione è trasferita dal medico al farmacista e la possibilità di esprimere le esigenze terapeutiche specifiche dell’assistito sono subordinate a incombenze burocratiche antistoriche, incoerenti con il sistema nazionale di erogazione dell’assistenza farmaceutica in Italia e con le attività di informatizzazione della prescrizione in corso di realizzazione”.I medici, che annunciano oltre ll’agitazione anche riserva la possibilità di intraprendere azioni di lotta sindacale, compreso scioperi, campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, manifestazioni e azioni legali, auspicano che l’argomento venga approfondito attraverso l’istituzione di un Tavolo per il riordino complessivo della materia prescrittiva.

Comments are closed.