UNC siracusa denuncia: approvato aumento di 1 euro su ogni confezione di farmaci

Ieri, la notizia ha fatto il giro del mondo, il papa Benedetto XVI ha annunciato le sue dimissioni. L’annuncio ha spiazzato tutti sia per l’effetto sorpresa, sia per la rarità della prassi: non succedeva da 600 anni, cioè dal gran rifiuto di Celestino V. Inevitabilmente, la notizia ha occupato tutte le prime pagine dei giornali e i palinsesti televisivi. A tal proposito l’Unione Nazionale Consumatori solleva una polemica: il presidente dell’UNC di Siracusa Luigi Giarratana, fa sapere che ieri, 11 febbraio, è intervenuto nella trasmissione “Quinta Colonna” che poi è andata in onda su Rete 4 in forma ridotta, vista l’importanza dell’argomento da trattare, cioè le dimissioni del papa.

Ma il Presidente dell’UNC di Siracusa ci tiene ad informare i consumatori di temi altrettanto importanti per la collettività, in particolare dell’aumento di un euro su ogni confezione di farmaci che il nuovo Governo Regionale ha da poco approvato. Giarratana si chiede: “I pensionati che, come lui, consumano anche 10 diverse tipologie di farmaci al giorno, come fanno? Finirà che essi dovranno comprare la maggior parte dei medicinali a proprie spese, pur avendo versato i contributi sanitari durante la loro vita lavorativa. L’Associazione assicura che la notizia verrà comunque mandata anche alla redazione di Rete 4, con la speranza che la stampa dia voce ai cittadini visto che molti politici non lo fanno.

Comments are closed.