Vendita farmaci online, Antitrust sanziona professionista

L’Antitrust ha comminato una sanzione amministrativa di 200mila euro al proprietario del sito internet www.viagracialis-livitra.it in quanto questi vendeva farmaci online. Ma non solo. Il professionista ha ingenerato nel consumatore italiano l’erroneo convincimento di poter acquistare on line – legalmente e senza rischi per la propria salute – medicinali e, in particolare, farmaci cd. etici per la cura di disfunzioni erettili “senza necessità di visita medica né di ricetta” e senza specificare, nel caso dei più convenienti prodotti generici, la relativa origine e provenienza (“più economici […] tra il 50 e l’80% inferiori al farmaco di marca”).  L’Antitrust ha ricordato che “la vendita on line di farmaci deve ritenersi, a legislazione vigente, vietata in Italia, posto che la legge impone sempre la necessaria intermediazione fisica di un farmacista”.

Sulla pratica commerciale messa in atto dal professionista, l’Autorità ha concluso sostenendo che “è idonea non solo a far apparire, contrariamente al vero, la vendita on line dei farmaci come lecita, ma anche a indurre i consumatori, attraverso ampie rassicurazioni, a trascurare le normali regole di prudenza e vigilanza, inducendoli ad acquistare medicinali e, in particolare, farmaci cd. etici, trascurando gli accorgimenti e le regole di prudenza indispensabili a evitarne un’assunzione pericolosa per la salute”.

Comments are closed.